Varese

Battarino parla dei suoi libri in casa Pd

Giuseppe Battarino

Un magistrato-scrittore molto conosciuto a Varese, dove è stato, fino a ieri, gip al Tribunale del capoluogo. Poi inizia la sua avventura a Paola (provincia di Cosenza), zona ad alta densità  ‘ndranghetista, dove tuttora lavora. Ora il magistrato torna tra noi come giallista raffinato: domani domenica 24 luglio, alle 21, Battarino sarà a parlare delle sue opere presso la Festa democratica della Schiranna di Varese.

Battarino ha firmato ”Il confine lieve” (Nodo Libri, 2007), “Sentieri invisibili” (Todaro Editore, 2009, finalista del Premio Falerno), “Le inutili precauzioni” (Todaro Editore, 2011), opere che spesso si insinuano nei meandri della giustizia.

“Le inutili precauzioni” segue idealmente il suo primo romanzo, ”Sentieri invisibili”. Un’indagine e un processo sono al centro del nuovo libro, in cui ritorna il pubblico ministero Sergio Petrelli.

Battarino è anche intelligente autore teatrale, come ha dimostrato con la sua prima opera “Virginia”, un piccolo apologo dall’anima illuminista.

23 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi