Varese

Il festival “Terra e Laghi” riparte dai Giardini

Un momento dello spettacolo

Una rassegna teatrale che è diventata ormai un consolidato appuntamento culturale per un territorio ampio, accomunato da cultura e paesaggio. Parliamo dell’edizione 2011 di “Terra e Laghi – Festival di teatro nell’Insubria”, organizzato da Teatro Blu, la realtà fondata da Silvia Priori. Il cartellone è partito, da Bellinzona, con il celebre spettacolo “Tango di periferia”, per poi giungere a Varese, prima tappa italiana, con uno dei “cult” di Teatro Blu, il “Giulietta e Romeo. Da uno studio su Romeo e Giulietta di W. Shakespeare”, che  presentato in tutta italia, quest’ anno ha raggiunto 300 repliche.

Lo spettacolo è in programma il 27 luglio, alle ore 21, ai Giardini Estensi di Varese e vede in scena Silvia Priori e Roberto C. Gerbolés, con testo e regia di Silvia Priori e Roberto C. Gerbolès, musiche di Robert Gorick, scene di Roberto C. Gerbolès, costumi di Primavera Ferrari. Gli adulti sembrano non poter risolvere i conflitti sociali attraverso la tolleranza, la generosità d’ animo e la maturità, così come le lotte familiari non possono essere sedate con la necessaria sensibilità e disponibilità umana. Una pièce segnata da dolore, disperazione e morte, ma ricca di uno slancio vita- le senza confronti. In una città operosa, vivace ed in movimento, nel fervore e nell’ eccitazione delle feste e dei banchetti, nella freschezza e nell’ anelito d’ amore dei due giovani, nella profondità e nell’ irruenza della passione amorosa di Romeo e Giulietta, si respira aria di vendetta, si percepisce l’ om- bra nera dei presagi e dei pericoli, ed è evidente l’ inatteso smarrimento dei due innamorati che sen- tono insidiato il loro amore nascente dall’ odio che contrappone Capuleti e Montecchi. L’ amore sorto improvvisamente come un fuoco lascia il posto alla sofferenza e alla morte. E’ la non comunicazione tra le famiglie rivali e all’ interno delle famiglie stesse a generare conflitti irreparabili. I Capuleti e i Montecchi non sanno che i loro figli si sono innamorati, gli amici di Romeo non sono stati informati del loro matrimonio, la famiglia si Giulietta non sa che lei non può sposare Paride perché si è già sposata con Romeo: nessuno sa niente! e infine anche i due amanti cadranno vittime della mancanza di co- municazione e Romeo, non sapendo che Giulietta sta dormendo e che non è morta , si ucciderà tra- scinando la storia in un finale drammatico e inaspettato.

Quello di Romeo e Giulietta è un amore che nasce per condannare gli eterni conflitti di potere, un amore che va oltre le convenzioni, oltre le imposizioni e gli interessi di parte. Il messaggio che si nasconde dietro le trame di questa storia rispecchia le esigenze della nostra epo- ca come il bisogno di approfondire il significato del rapporto tra adulti e giovani attraverso la ricerca di nuovi codici di comunicazione.

INGRESSO  € 12 -  ridotto € 10

20 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi