Regione

Cattaneo: sicurezza dei laghi, priorità regionale

Uno scorcio del Lago Maggiore

La giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo, ha deliberato oggi lo stanziamento di 100 mila euro per finanziare gli interventi per la sicurezza e la vigilanza delle vie navigabili programmati per l’anno 2011. Lo stanziamento di oggi rientra in un investimento globale di 7,5 milioni di euro che la Regione Lombardia ha stanziato per la
sicurezza dei porti e della navigazione, nel triennio 2009-2011.

La cifra sarà così ripartita: 44.000 euro per il Lago di Garda attraverso la convenzione con la Comunità del Garda, la Capitaneria di porto di Venezia, la Regione Veneto e la Provincia di Trento; 20.000 euro per il Lago Maggiore attraverso la convenzione con
la Capitaneria di porto di Genova e il Piemonte che, per una norma regionale, quest’anno non può cofinanziare direttamente,
ma fornisce i locali per la centrale operativa alla Guardia costiera; 18.000 euro per il lago d’Iseo attraverso la convenzione con i
Carabinieri; 15.000 euro per il Lario attraverso convenzione con il Consorzio che affida la vigilanza alla Polizia provinciale di
Como; 3.000 euro per il Ceresio attraverso convenzione con il Consorzio che affida la vigilanza alla Polizia municipale di
Campione d’Italia.

E’ stato inoltre deciso che la copertura dei fabbisogni di manutenzione, il pieno esercizio delle funzioni conferite nonché
gli impegni assunti nei confronti dei Comuni consorziati per i Consorzi che non hanno registrato eccedenze di entrate da canoni
demaniali nel 2010 rispetto al 2009 (Garda, Iseo e Lario), siano grantiti attraverso l’innalzamento al 70% della quota relativa
al 2010 dei canoni trattenuti dai Consorzi e, a concorrenza della copertura della quota residua, l’innalzamento della
percentuale sino un massimo del 70% della quota 2011.

“L’assistenza e la navigazione – è il commento dell’assessore Cattaneo – sono per Regione Lombardia, due realtà importanti
sulle quali intendiamo continuare a investire. I nostri laghi hanno una forte attrazione turistica e devono offrire servizi
all’altezza delle aspettative. Il controllo delle acque e delle coste effettuato dalle forze dell’ordine è sicuramente uno di
questi”.

20 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi