Milano

Fontana: una manovra iniqua. E restano gli sprechi

Attilio Fontana, presidente Anci Lombardia

“E’ una manovra che ci mette in condizioni di non poter più svolgere il nostro compito di sindaci, e che per di più si somma ai pesanti tagli degli anni precedenti”. Così Attilio Fontana, presidente di Anci Lombardia e sindaco di Varese, in occasione dell’assemblea promossa dall’Anci e tenutasi ieri a Milano per ragionare sulla manovra, cui hanno partecipato oltre cento sindaci della regione e esponenti del mondo economico e sociale della Lombardia.

Fontana ha ribadito il carattere “istituzionale, al di là di ogni colore politico, delle proteste, delle proposte e delle iniziative di ANCI
Lombardia, fatte unicamente nell’interesse dei cittadini”. “I Comuni hanno già dato molto per il risanamento dei conti pubblici, mentre il saldo degli altri comparti è ancora negativo – prosegue Fontana – Ci hanno ridotto il numero di consiglieri e assessori, ci hanno tagliato le indennità e noi lo abbiamo accettato con senso di responsabilità. Ma non accettiamo che taglino i servizi dei cittadini e gli investimenti sul territorio, che con questi numeri di manovra si ridurranno del 60%, mentre  si rimandano i tagli non solo ai costi della politica centrale, ma anche ai veri centri di spreco del Paese che non sono ancora stati toccati, a partire
dalle regioni a statuto speciale”.

“Occorre una rapida approvazione della carta delle autonomie e del federalismo istituzionale, che tardano – conclude Fontana -  mentre questa manovra va nella direzione opposta a quella del riconoscimento dell’autonomia degli enti locali”.

Fontana ha anche posto l’accento sul tema della virtuosità, “necessaria per cominciare a discriminare chi amministra bene da chi amministra male, e a superare la logica dei tagli lineari. I Comuni sono stanchi di subire, ci faremo trovare pronti a partire dall’autunno con degli stati generali dei sindaci, in cui presenteremo una piattaforma di proposte costruttive al
governo”.

19 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi