Varese

Falcone e Borsellino, eroi antimafia ricordati in Comune

La commemorazione davanti alla lapide in Comune

Un breve e vibrante ricordo è stato oggi rivolto a due grandi magistrati anti-mafia, due veri eroi della nostra storia nazionale: Paolo Borsellino e Giovanni Falcone. Due eroi della legalità che la giunta comunale, con alla sua testa il sindaco Fontana, ha voluto evocare in occasione del diciannovesimo anniversario della strage di via D’Amelio, in cui perse la vita Paolo Borsellino insieme alla sua scorta. Una breve cerimonia davanti alla lapide che, sotto i portici di Palazzo Estense, ricorda i due magistrati vittime della mafia.

“Un ricordo che fa tutt’uno con i valori della difesa della legalità e del contrasto alla criminalità organizzata – ha detto il sindaco Fontana -. Che le figure di Falcone e di Borsellino possano rimanere nella memoria di tutti e ci spingano a lottare contro la criminalità. Il Paese deve riacquistare il valore della legalità integralmente. Noi non siamo eroi come loro, ma anche da parte nostra dobbiamo contribuire affinché non ci si dimentichi mai di loro”.

“Falcone e Borsellino sono diventati simboli – ha dichiarato il vicesindaco Carlo Baroni -, e sono entrati nel cuore della gente, sono diventati un patrimonio di tutti per i valori che hanno trasmesso. Il nostro impegno deve essere quello di fare diventare il loro esempio un nostro concreto comportamento”.

19 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Falcone e Borsellino, eroi antimafia ricordati in Comune

  1. GIMOCCHIVERDI il 19 luglio 2011, ore 22:09

    Due eroi del nostro tempo, che hanno scosso le coscienze sopite, appiattite nella rassegnazione che nulla si poteva fare, per estirpare l’illegalita’ mafiosa collusa con la politica. Il loro sacrificio esempio luminoso, e monito alle generazioni piu’ giovani che sono il futuro della Patria a mai accettare, anche il piu’ piccolo compromesso con chi non rispetta la legge costituita.

Rispondi