Varese

Blackout a Palazzo Estense, rivolta agli sportelli

Cartelli in Comune annunciano lo stop

Da ieri pomeriggio è andata in tilt la rete informatica del Comune di Varese. Bloccato il sito istituzionale, come pure inutilizzabili i terminali dei vari uffici comunali, compreso quello dell’Ufficio Anagrafe e Stato Civile. Un vero e proprio black out che è iniziato ieri pomeriggio e di cui i responsabili non sanno indicare una fine precisa.

Questa mattina utenti in rivolta agli sportelli. All’entrata dei servizi anagrafici campeggia un cartello che avverte gli uffici oggi non funzionano “causa problemi sulla linea informatica”. Una signora esce dall’ufficio furiosa. “Non è possibile che per uno stato di famiglia si debba aspettare per poi sentirsi dire che non funziona nulla, senza sapere quando si potrà tornare”. Una processione di varesini che arrivano agli sportelli per sentirsi dire che, almeno per oggi, gli uffici comunali che utilizzano i terminali non possono lavorare.

Ma cosa è accaduto? Cosa sta all’origine di questo black out dalla durata imprevedibile? No, la rete informatica del Comune non è stata colpita da un attacco hacker, come sostenava una voce che girava questa mattina in città. In realtà la rete comunale è obsoleta e conosce problemi abbastanza frequentemente. Ma è probabile che questa volta la colpa sia del collegamento tra la Polizia locale, che utilizza la rete informatica comunale, e la Questura, nell’ambito del collegamento tra Forze dell’ordine. Si tratta solo di un’ipotesi, mentre è un dato di fatto che da questa mattina sono al lavoro i tecnici. Ma di quando sarà risolto il problema, nessuno fa previsioni.

19 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi