Varese

Nubifragio, 30 mila euro i danni a beni comunali

Si presentano i danni dell'alluvione di ieri

Bilancio, oggi a Palazzo Estense, del nubifragio che ieri ha investito la città di Varese. A presentare i danni e i problemi due assessori, Stefano Clerici, all’Ambiente, e Carlo Piatti, alla Polizia locale. Un bilancio del tutto provvisorio, dunque improntato ad un certo ottimismo, che fissa a 20-30 mila euro i danni conosciuti. Ma si tratta solo dei danni che riguardano i beni comunali. Ovviamente, quando si conosceranno anche i danni subiti dai privati, la cifra salirà in maniera considerevole.

Clerici ha ricordato che i danni, rispetto agli eventi del 2008 e all’alluvione del 2009 (di cui molti ancora attendono i risarcimenti), questa volta ce la siamo cavata meglio. “Sono stati dieci minuti di inferno e i danni sono stati pochi e assai concentrati da un punto di vista del luogo”. In particolare, i due casi più eclatanti sono stati gli alberi abbattuti nel parco di Villa Augusta (la sede dell’Aspem), l’albero che si è abbattuto sull’ambulanza in viale Europa, le quattro auto coinvolte in un tamponamento in via Verdi. “E’ stato impeccabile il Comune sul fronte dei soccorsi e della messa in sicurezza. Un’azione svolta di concerto con Vigili del Fuoco, Protezione Civile e Polizia Locale”.

Più precisamente, come ha detto il dirigente del Verde comunale, il competente ed esperto Pietro Cardani, “a Villa Augusta sono stati colpiti due cedri dell’Himalaya e un faggio. Provvederemo alla ripiantumazione nel mese di novembre”.

E’ poi intervenuto l’assessore Carlo Piatti, che ha ricordato come “sia stata grande l’intesa tra le forze intervenute. In particolare, per quanto riguarda la Polizia locale, sono state subito allertate le squadre di reperibilità e gli agenti già in servizio hanno prolungato i loro turni”. Piatti ha anche rimarcato come ora le deleghe della Protezione civile e della Polizia locale non sono più riunite in un unico assessore. E tuttavia, ha continuato Piatti, le cose hanno funzionato al meglio.

14 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi