Varese

Decoro cittadino, non sta di casa in via Dandolo

Graffiti in via Dandolo

Via Dandolo è una delle arterie storiche di Varese, e collega il Tribunale con la Madonnina in prato. Un punto di forte passaggio, ma anche un angolo di pregio, che giustamente deve essere tutelato e ben conservato. Un occhio di riguardo lo ha anche il Comune per la strada alberata intitolata ad un glorioso passato: da oggi (per il maltempo, da domani), in via Dandolo si aprirà il cantiere per risistemare la pavimentazione in porfido. E solo un paio di mesi fa, in occasione delle elezioni, era stato tagliato il nastro per i nuovi giardinetti di via Dandolo, un progetto di riqualificazione tanto atteso quanto controverso negli esiti finali.

Tuttavia, nonostante attenzione e sforzi per migliorare lo stato delle cose, restano angoli di degrado. E’ il caso del palazzo che, a pochi metri da quel gioiello che è la chiesetta della Madonnina in prato, è stato imbrattato con graffiti molto estesi, neri e blu, realizzati nonostante un’aiuola sia stata collocata ai piedi delle mura dell’edificio. I graffiti visibili in via Dandol0, tra l’altro, risultano aggressivi e offensivi nei confronti delle Forze dell’ordine e della magistratura. Sarebbe il caso di eliminarli al più presto, restituendo quell’angolo della strada a quel decoro che viene giustamente perseguito per una storica via della città.

- FOTOGALLERY

13 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Decoro cittadino, non sta di casa in via Dandolo

  1. abramo il 13 luglio 2011, ore 16:07

    peccato che il comune non si faccia carico di azioni ed esborsi conseguenti gli atti vandalici. in casi come questo, sono i proprietari a doversene assumersene l’onere!

Rispondi