Varese

Contro api e vespe, è in arrivo la Protezione Civile

Il Comune di Varese ha aderito alla convenzione per il coordinamento del servizio di disinfestazione imenotteri su richiesta di privati. Lo ha deciso la giunta questa mattina, su indicazione dell’assessore alla Tutela Ambientale Stefano Clerici. Da quest’anno il servizio è stato demandato alla Provincia di Varese che, a seguito di incontri e comunicazioni diverse, ha predisposto un dettagliato piano di intervento.

Il 112 riceverà e valuterà le segnalazioni ricevute i Vigili del Fuoco effettueranno gli interventi ‘sopra la soglia’ (interventi di particolare rischio e difficoltà) solo nei Comuni che aderiranno alla proposta della Provincia e invieranno, invece, alla Provincia le segnalazioni di intervento ‘sotto soglia’, la Provincia contatterà il responsabile di Protezione Civile addetto che attiverà il servizio sul territorio comunale o extra comunale laddove esiste una convenzione tra Comuni per la gestione del servizio.

 “Il Comune di Varese ha deciso di aderire per fornire un servizio utile ai cittadini – spiega l’assessore Clerici – : la protezione civile interverrà con personale adeguatamente già attrezzato e formato. Il servizio partirà venerdì 15 luglio operando sia sul territorio comunale sia su quello dei Comuni aderenti all’area omogenea che ne faranno richiesta sulla base della Convenzione che verrà adeguatamente integrata. Per i cittadini è semplice, perché è sufficiente comporre il 112, ed automaticamente si avvia la procedura. Erano tre anni che il servizio era sospeso, ora appunto viene riattivato ”.

L’intervento ha un costo tra i 30 e i 50 euro a titolo di rimborso spese per gli interventi effettuati sul territorio comunale o extracomunale. Saranno esclusi dal pagamento del contributo spese i richiedenti in evidente ed accertato stato di disagio, nonché gli enti pubblici (scuole, ospedali, caserme).

12 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi