Varese

Piazzale Kennedy, Fontana ascolta gli ambulanti

Il mercato di piazzale Kennedy

Lo dice senza giri di parole. “Quando mi confronto con i problemi della città, mi piace vedere le cose con i  miei occhi. Così mi faccio un’idea più precisa di come vanno le cose”. Il sindaco Attilio Fontana ragiona a voce alta mentre sta facendo un sopralluogo al mercato di piazzale Kennedy, dopo che è entrato in vigore il nuovo regolamento per i mercati. Il sindaco gira per le bancarelle insieme all’assessore alla Polizia Locale, Carlo Piatti, al direttore Ascom Varese, Roberto Quamori Tanzi, ai fiduciari Fiva Ascom cittadina e provinciale, rispettivamente Carlo Riva e Rodolfo Calzavara, ad alcuni agenti della Polizia locale. Un modo per registrare eventuali problemi, ma soprattutto per conoscere il clima che si respira in città. “Ora che non sono più in campagna elettorale – sorride Fontana – nessuno mi può accusare di essere in cerca di visibilità”.

Tanta gente cammina tra le bancarelle del mercato varesino vicino alle stazioni. Come informano i rappresentanti della categoria, qui i banchi sono 210 il lunedì e 180 gli altri giorni. Il sindaco curiosa qui e là, e si ferma spesso a parlare con gli ambulanti, ascoltando dalla loro voce cosa non va. C’è chi gli parla degli extracomunitari che non rispettano il regolamento del mercato, chi gli segnala la necessità di rivedere gli orari di apertura. C’è poi chi sostiene che per scaricare la merce non si possono occupare spazi ulteriori rispetto a quelli assegnati dal Comune. Numeri segnati per terra, suggerisce un commerciante di abiti. E al termine del giro c’è anche qualcuno che segnala la necessità di ripulire e disinfettare il muro che separa il mercato dai binari delle Nord, perchè spesso usato come latrina a cielo aperto.

Piccoli problemi, niente di grave, ma il sindaco ascolta e segnala alcune verifiche da fare all’assessore Piatti. Lo stesso Piatti conferma la situazione non da allarme: “Qui non ci sono commercianti abusivi. Quando ne sono stati individuati un paio, sono stati subito allontanati. Semmai il vero problema è di convivenza, e notiamo che spesso gli stranieri non rispettano alcune regole”. Del resto, un rappresentante degli ambulanti stranieri stringe la mano al sindaco e anche lui fa proposte e osservazioni.

Dunque, al mercato di piazzale Kennedy saranno mantenuti i controlli e sanzionate eventuali infrazioni. Per il resto, continuerà il dialogo con le associazioni di categoria per introdurre quelle migliorie richieste dai commercianti.

11 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi