Varese

Il Vangelo secondo Padre Edo al Sacro Monte

L'attore Marino Zerbin

Sarà l’attore Marino Zerbin, insieme alla fisarmonica di Carlo Pastori, a calcare il palcoscenico sulla terrazza del Sacro Monte giovedì 7 luglio, ore 21,  per il secondo appuntamento del festival Tra sacro e Sacromonte 2011, ideato dalla Fondazione Paolo VI per i Sacro Monte con la direzione artistica di Andrea Chiodi.

Dopo l’enorme successo delle Confessioni di Sant’Agostino, con Alessandro Preziosi, El Vangel per el dì d’incoeu di Edo Mörlin Visconti. Padre Edo, missionario in Uganda dal 1971, si accorse che le parole del Vangelo tradotte nel dialetto Acioli della sua gente acquistavano un sapore e uno spessore nuovo. Così, a migliaia di chilometri da Milano e seguendo una vocazione poetica coltivata fin dalla giovinezza, nascono le poesie per la tribù lombarda (stampate in quattro volumetti) che presentano il Vangelo e gli Atti degli Apostoli all’uomo d’oggi in dialetto milanese, col ritmo eterno degli endecasillabi e delle quartine. Marino Zerbin, attore incaricato dall’amico missionario di interpretare il testo, ha selezionato alcune pagine che rappresentano i momenti più significativi (e divertenti) della vita di Gesù e della Pasqua.

Per recarsi al Sacro Monte sarà disponibile la navetta gratuita offerta da Morandi Tour con partenza alle 20.15 dal centro Varese e ritorno a fine spettacolo (su prenotazione).

Durante la serata sarà, inoltre, possibile aderire alle iniziative della Fondazione Patrizia Nidoli: chi prenderà i cuscini per la terrazza del Sacro Monte potrà, infatti, lasciare un’offerta a sostegno dei progetti della Fondazione.

6 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi