Varese

Varese, città dei fast food. Semaforo verde all’Iper

Approderà al Consiglio comunale la variante che oggi ha visto accendere il semaforo verde nella riunione di giunta, e che consentirà di aprire un Mc Drive, secondo quanto prevede il piano attuativo dell’Iper. Così la piccola e cara Varese si continua a riempirsi di iper, market e fast-food, tutto in stile molto yankee e per nulla ”old style” bosino. L’ok della giunta Fontana ha, naturalmente, una contropartita economica: gli oneri porteranno nelle casse di Palazzo Estense una cifra considerevole, visto che va dai 580 ai 680 mila euro.

Una variante che prevede una superficie aggiuntiva, nell’area dell’Iper, di quasi 3 mila metri quadrati complessivi. E tra le novità anche il take away di Mc Donald’s con un piccolo ristorante, l’ennesimo fast food a Varese, che sta diventando la città della grande distribuzione e dei fast food, ed è sempre meno la città giardino. Il nuovo spazio della Mc Donald’s, ancora uno spazio concesso all’arrembante catena yankee nel capoluogo, non è collegato al blocco principale dell’Iper, ma sorge nell’edificio che ora ospita un gommista e la casetta dell’acqua.

Nel complesso, la variante prevede che il volume esistente sia ampliato del 10%, si traduce in 2875 metri quadri totali, dei quali 1767 sono all’interno dell’attuale edificio dell’Iper, mentre 300 metri quadri sono relativi alla nuova casetta di distribuzione dell’acqua e 500 metri quadri destinati al take away. Ora il provvedimento dovrà passare al Consiglio comunale. Che per l’occasione dovrà decidere se Varese debba diventare la fotocopia della piccola città della provincia americana.

5 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Varese, città dei fast food. Semaforo verde all’Iper

  1. abramo il 5 luglio 2011, ore 15:13

    ma questo è vero old style bosino!
    cemento, fast food, contropartite economiche
    alla politica in carica che dovrebbe favorire la cittadinanza…
    molto old style…

  2. gimocchiverdi il 5 luglio 2011, ore 15:35

    NUOVE IDEE, ORIGINALI, DI UNA GIUNTA GIOVANE E DINAMICA. METRI CUBI DI CEMENTO IN CAMBIO DI SOLDI NELLE CASSE CITTADINE, TUTTE MIRATE A SALVAGUARDARE LA QUALITA’ DELL’AMBIENTE COMPLIMENTI!! PARTENZA IN GRANDE STILE!!!!!!!!

  3. Roberto Gervasini il 5 luglio 2011, ore 22:22

    Direttore, ho conservato pagine di Peppina, fogli di carta stampata di pseudo cronaca locale a sostegno del candidato Fontana. Sapendo che questo progetto era pronto, ilare la reazione alla battuta del Sindaco Fontana che sosteneva che
    la Giunta avrebbe fatto di tutto per sostenere il piccolo commercio. Questo è il primo segnale.
    Ora aspettiamo il bello: il PGT : vediamo cosa succede col cemento nella valle dell’Olona e in giro per i rioni. C’è solo da attendere .

Rispondi