Politica

Province salvate da Pdl e Pd. Bocciata proposta Idv

La Camera dei Deputati

Salvate, in extremis, le Province.  In Parlamento è stata bocciata la proposta di legge grazie ai voti contrari del Pdl e con la decisiva astensione da parte del Pd. No della Camera alla soppressione delle Province, come era stato proposto dall’Idv. Un risultato che accende la polemica nelle opposizioni. Oltre al partito di Antonio Di Pietro, anche il Terzo Polo ha votato a favore della soppressione.

In particolarela Camera ha respinto innanzitutto il mantenimento del primo articolo del testo, quello che cancellava le parole «le province» dal Titolo V della Costituzione (225 i voti contrari, 83 quelli a favore, 240 gli astenuti). Infine pronunciato un no all’intera proposta di legge dell’Idv.

5 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Province salvate da Pdl e Pd. Bocciata proposta Idv

  1. Rete Avanti Tutta il 6 luglio 2011, ore 11:46

    Le competenze delle provincie possono essere assegnate ai comuni e alle regioni e si risparmierebbero un sacco di soldi. Ente provincia = Ente inutile. Si tassano le pensioni di 1.000 euro mensili e si lasciano le provincie, che vergogna.

  2. gimocchiverdi il 6 luglio 2011, ore 14:52

    PARASSITI IN DIFESA DI ALTRI PARASSITI, CHE ALIMENTANO CLIENTELE DI VOTANTI, A FAVORE DEGLI UNI E DEGLI ALTRI PAR FAR SI CHE TUTTO RIMANGA UGUALE. SPESE INGIUSTIFICATE E IMPRODUTTIVE. POI HAI PENSIONATI LE TOLGONO ANCHE I PICCOLI AUMENTI CHE SONO BRICIOLE DI FRONTE A ESBORSI DA SPRECO COME QUESTI. SINO A QUANDO GLI ITALIANI TOLLELERANNO QUESTO STATO DI COSE, CHE CI MORTIFICA COME CITTADINI, MA SOPRATUTTO COME UOMINI IN GRADO DI STRONCARE QUESTI SOPRUSI!!!!!!

Rispondi