Cultura

Letnow! La parola in quattro movimenti al Chiostro

Il performer Dome Bulfaro

Una manifestazione “trans-gender”, che va oltre i generi, cammina sui confini, supera le barriere dei linguaggi. Parte giovedì 7 luglio, alle ore 20.30, nel cortile del Chiostro di Voltorre, “Letnow! performance. Nello spazio letterario contemporaneo“, organizzato da Abrigliasciolta, con la collaborazione della Provincia di Varese. Un appuntamento che si segnala per originalità e capacità di sintonia con le ricerche artistiche d’oggi, una cosa non da poco, nella nostra provincia, che spesso pare attratta da una rassicurante ripetizione. Di formule, concetti, personaggi.

E invece no. Al Chiostro di Voltorre, dove è in corso la bella mostra del mitico Roberto Perini, si fa cultura d’estate. Sì, ma cultura che spacca. Cultura non rassicurante: contaminata e provocatoria. Per palati fini. E così si parte il 7 luglio con il ”Milano Ictus” del performer Dome Bulfaro, e con  la partecipazione straordinaria di Francesco Marelli e con Massimiliano Varotto e Danno Compound. Una potente metafora, molto meneghina e molto estraniante, di come sta di salute quella che Battiato chima “Povera patria”, dopo Socialisti, Leghisti, Berluscones.

Non mancheranno incontri con il mondo dell’editoria, e in particolare segnaliamo, il 21 luglio, la presenza di Oliviero Ponte di Pino, che a partire dall’ultimo libro “I mestieri del libro” (Tea) ripercorrerà l’arco delle sue stesse esperienze, fino a diventare direttore editoriale di Garzanti Libri. Sarà intervistato (no: provocato) dalle domande irriverenti di Andrea Giacometti, direttore di Varesereport.

In tutto quattro appuntamenti: il 7, il 14, il 21 e il 28 luglio. Insomma, come la tabellina del sette. Per chi pensa che la cultura possa convivere con l’estate e le notti di stelle.

5 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Letnow! La parola in quattro movimenti al Chiostro

  1. Paolo Franchini il 5 luglio 2011, ore 11:18

    Oliviero Ponte di Pino? Lo provocherei volentieri anch’io.

  2. ombretta diaferia il 18 luglio 2011, ore 16:44

    Oliviero Ponte di Pino giovedì 21 luglio si aprirà al confronto con tutti. anche con i provocatori.

  3. Paolo Franchini il 18 luglio 2011, ore 21:03

    Bene.
    Anche perché la provocazione non è mai solo negativa.
    Anzi.

Rispondi