Economia

“Insubrico” il futuro della Campionaria di Varese

Il primo appuntamento significativo dopo la pausa estiva, è senza dubbio la Fiera di Varese, una manifestazione entrata nella tradizione e che offre ogni anno una vetrina importante a prodotti e produttori locali e non. Quest’anno però la Campionaria, in programma nell’area della Schiranna dal 10 al 18 settembre, conoscerà un cambio al vertice significativo: l’organizzazione dell’evento passa dalle mani della bergamasca Ciesse servizi srl ai pavesi della Manazza Gefra srl di Cassolnovo. 

Ma anche un altro cambiamento riguarda l’edizione 2011 della Fiera varesina: seguirà l’evento il nuovo assessore al Commercio, Sergio Ghiringhelli, che dopo il voto ha occupato la poltrona su cui sedeva Salvatore Giordano. Per Ghiringhelli, però, è un ritorno, dato che aveva già svolto questo ruolo 16 anni fa e già allora si era confrontato con la manifestazione fieristica.

“La Fiera di Varese con i suoi oltre 60.000 visitatori, con la presenza di 260 espositori, con il giro d’affari importante che genera, conferma di essere un appuntamento importante per il nostro territorio – spiega Ghiringhelli -. Ma è anche una manifestazione che deve essere aggiornata, che deve stare al passo coi tempi”.Varie ipotesi sono al vaglio per ammodernare l’evento fieristico della Schiranna. Il neo assessore sta pensando all’ipotesi di allargare l’area di riferimento della manifestazione, di conferirle un respiro più ampio, di natura insubrica. “E’ necessario cercare di stabilire sinergie e azioni comuni con i territori che confinano con Varese, a partire dal Canton Ticino – spiega Ghiringhelli -. Si potrebbe ipotizzare di realizzare la fiera un anno da noi e l’anno successivo su un altro territorio. Oppure si può pensare a realizzare la Fiera una volta ogni quattro anni”.

Ipotesi allo studio. Ma per quest’anno la formula resta la stessa, così come non cambia la tradizionale location alla Schiranna. Ma nuovi format sono allo studio e per la Campionaria cambiamenti significativi si profilano all’orizzonte dei prossimi anni.

5 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA