Varese

Mirabelli (Pd): scarsa trasparenza su Aspem Reti

Una seduta del Consiglio comunale di Varese

Continua la polemica politica su Aspem Reti, la società nata per gestire la rete idrica che, nel 2009, ha accumulato ben 1.510.757 euro di passivo, 580.000 euro dei quali per la gestione della piscina della Schiranna di soli tre mesi. Un solo dipendente gestito da un presidente (Pdl) e quattro consiglieri di amministrazione (2 Pdl, 1 Lega Nord e 1 Udc), nominati dal sindaco, che costano alla collettività 38.546 euro lordi ogni anno. Cui vanno aggiunti altri 38.259 euro lordi all’anno per un collegio sindacale di tre persone.

Oggi è stata consegnata al sindaco Fontana la relazione della Commissione tecnica presieduta dal segretario generale Ciminelli. Una relazione di 10 pagine, che pare confermi, in linea di massima, quanto già accertato dalla Commissione d’inchiesta consigliare.

“A noi, tuttavia, nonostante abbiamo presentato regolare accesso agli atti, finora non è stata ancora fornita alcuna documentazione. Una scelta scandalosa se si considera che sarebbe doverosa la massima trasparenza su come sono stati spesi 1.510. 757 euro di soldi pubblici”, attacca il capogruppo del Pd, Fabrizio Mirabelli.

Continua l’esponente dell’opposizione: “Chiediamo, pertanto, ancora una volta, con forza, che il sindaco, che ha mantenuto la delega alle municipalizzate, dica al più presto la verità su questa clamorosa vicenda. Trincerarsi dietro un silenzio ermetico è segno di debolezza e contribuisce soltanto ad alimentare dubbi e sospetti. Il sindaco abbia il coraggio di raccontare ai varesini che pagano le tasse comunali perché sono stati chiamati a mettere mano al portafogli per ripianare il debito di Aspem Reti”. 

Conlude Mirabelli: “Ci permettiamo di ricordargli che, se tutto ciò fosse capitato nel privato, presidente e CDA sarebbero stati azzerati da tempo”.

4 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Mirabelli (Pd): scarsa trasparenza su Aspem Reti

  1. gimocchiverdi il 4 luglio 2011, ore 19:38

    BISOGNEREBBE ANCHE VERIFICARE DOPO TUTTI ISOLDI SPESI PER LA PISCINA, E L’AMMODERNAMENTO DEL LIDO,ALL’ATTUALE GESTIONE COME SI E’ GIUNTI? E CON QUALI CANONI DI AFFITTO? SAREBBE DA APPROFONDIRE CON UNA CERTA CELERITA’ E RENDERE PUBBLICO TUTTO CIO CHE NE SCATURISCE.

  2. ester il 4 luglio 2011, ore 20:57

    Concordo con quanto richiesto daMirabelli.Vorrei che tanti cittadini premessero in tal senso!

  3. daniela il 5 luglio 2011, ore 08:23

    Dai Mirabelli, picchia giù duro!!! Vogliamo sapere come vengono spesi i nostri soldi. E a casa i politici che hanno sbagliato.

  4. ester il 5 luglio 2011, ore 14:15

    giusto Daniela,ma qui non va a casa nessuno,anzi viene rieletto.Spero di sbagliare io e di vedere cambiamenti!

Rispondi