Varese

Tutti contro l’Udc. Il Pd Mirabelli: malati di cadreghite

L'Udc Mauro Morello

Ultimo Consiglio comunale di Varese, per un’ora la seduta si è tenuta grazie alla presenza in aula dell’opposizione. La sola maggioranza, infatti, non era in grado di garantire il numero legale. A quel punto i consiglieri Udc, il capogruppo Ennio Imperatore e Mauro Morello, sono usciti dall’aula invitando gli altri esponenti dell’opposizione a fare altrettanto. Ma nessuno li ha seguiti.

Quella sera, lo stesso capogruppo del Pd, Fabrizio Mirabelli, così come altri consiglieri, avevano tenuta la bocca cucita: perchè non siete usciti? Perhè avete fatto da stampella alla maggioranza? Risposte elusive. Ora invece spiega tutto il consigliere di Movimento Libero, Alessio Nicoletti. “Teniamo a precisare che la maggioranza aveva segnalato già nella conferenza dei capigruppo l’assenza di diversi consiglieri, ma che, anche su nostra richiesta, è stato convocato ugualmente il Consiglio Comunale per non rallentare i tempi degli adempimenti necessari al pieno funzionamento dell’Amministrazione Comunale, come per la formazione della commissioni. E’ solo una questione di serietà e correttezza”. Dunque, conclude Nicoletti, “l’opposizione, anche quella più dura, si porta avanti così ed è bene che qualcuno, anche chi fino al giorno prima era in maggioranza, lo capisca presto”.

Rincara la dose Fabrizio Mirabelli, capogruppo del Pd in Consiglio. “E’ vero che il consigliere Mauro Morello (UDC) si è inutilmente sbracciato per segnalarci che, se fossimo usciti dall’aula, la maggioranza di centrodestra non avrebbe potuto garantire il numero legale. Lo abbiamo volutamente ignorato perché fare saltare la seduta del Consiglio comunale, in maniera insensata e irresponsabile, avrebbe significato “bruciare” 3500 euro di soldi pubblici di cui, evidentemente, al consigliere Morello non interessa nulla”.

Continua il capogruppo Pd: “Il consigliere Morello ha anche sostenuto che ci insegnerà come fare opposizione. Detto da chi, fino a ieri, ha fatto parte della maggioranza di centrodestra, ci pare un proposito davvero impegnativo. Noi ricordiamo benissimo, infatti, al secondo turno delle recenti elezioni amministrative, l’indicazione di voto del consigliere Morello e dell’UDC a favore del sindaco Fontana. Ricordiamo benissimo anche, dopo le elezioni, il tentativo di ottenere dal centrodestra poltrone, poltroncine e sgabelli. Gli permettiamo di consigliargli, pertanto, prima di insegnarci come fare opposizione, di guarire dalla malattia della “cadreghite””.

Varese, 1 luglio 2011

2 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Tutti contro l’Udc. Il Pd Mirabelli: malati di cadreghite

  1. daniela il 2 luglio 2011, ore 13:58

    Ah!Ah!Ah!Ah! Che figura!!!! UDC malata di cadreghite!!! In effetti, mi ricordo che Morello e Imperatore, non più di quindici giorni fa, sono andati dal sindaco Fontana con il cappello in mano. A fronte del loro “decisivo” contributo alla vittoria del centrodestra, hanno chiesto proprio delle “cadreghe”…. Ma, adesso, l’UDC è in maggioranza o all’opposizione? Dipende se la maggioranza è disponibile ad offrire loro abbastanza “cadreghe”. Ah!Ah!Ah!

Rispondi