Varese

Torna Paolo Conte nel “teatro-fantasma” di Varese

Il cantautore Paolo Conte

Dopo Guccini, Paolo Conte. Sì, grazie al Premio Chiara, Varese sta diventando una sorta di succursale, di dependance del Premio Tenco, che, complice il giornalista Vittorio Colombo, che fa parte della giuria del Tenco e dirige il quotidiano La Provincia di Varese, partecipa alla manifestazione varesina e porta nomi storici della canzone italiana.

Questa è la volta dell’avvocato di Asti, che sarà a Varese, al Teatro Apollonio di piazza Repubblica, per un concerto da leccarsi i baffi, il 1° ottobre, alle ore 21 (in prima platea il biglietto costa 65 euro, e i biglietti saranno in prevendita dal 2 luglio). Il giorno dopo, sarà assegnato a Paolo Conte il premio “Le parole della musica”, che lo scorso anno fu conferito a Guccini.

In realtà si tratta di un ritorno. Tanti anni fa, al Sacro Monte, Conte tenne un indimenticabile concerto nonostante le condizioni atmosferiche avverse. Poi tornò il 26 gennaio 2002, primo ad esibirsi sul palco dell’Apollonio. E poi ora, con il Premio Chiara, e nell’ambito della celebrazione dei dieci anni di attività del teatro varesino.

La presentazione dell’evento, ieri, all’Eremo Santa Caterina. Ha preso la parola lo stesso Vittorio Colombo. Nessun cenno, però, né da parte sua, né da parte degli organizzatori, al fatto che, in realtà, Conte si esibirà in un “teatro-fantasma”. Infatti, in occasione delle riflessioni sul nuovo teatro, che si sono tenute, in vista della Vas, alla Sala Montanari, non si è quasi citato il Teatro Apollonio se non per osservazioni negative, non si è fatto cenno a dieci anni di attività che hanno dimostrato a tutti che, a Varese, un teatro è possibile, anzi, gradito dai varesini. Non erano neppure presenti, il direttore Filippo De Sanctis e i suoi collaboratori, alla presentazione del nuovo Teatro in Sala Montanari.

Ieri, De Sanctis e Miguel Dell’Acqua, manager di grandi concerti, erano presenti all’Eremo. In terza-quarta fila. Tornati tra noi, finalmente. E con l’aria di una piccole rivincita stampata sui loro volti.

2 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi