Varese

Scuola, nessun taglio ai servizi del Comune

Per quanto riguarda le scuole, il cambio di passo è percepibile. Se l’anno scorso il piano chiudi-scuole aveva mandato in fibrillazione la città, con genitori ed insegnanti sul piede di guerra, dalla riunione della giunta di oggi sono usciti segnali rassicuranti. All’ordine del giorno l’approvazione del piano operativo servizi per l’infanzia e servizi parascolastici. Un piano importantissimo, che ha ottenuto il semaforo verde dalla giunta presieduta da Attilio Fontana. No tagli, sì ai servizi che il Comune assicura alle famiglie.

“Il piano relativo ai servizi scolastici, pre-scuola, dopo-scuola breve e lungo, trasporti per i ragazzi disabili e per i ragazzi che stanno in zone disagiate, è passato e non è stato fatto nessun taglio”, assicura l’assessore ai Servizi educativi e sociali, Enrico Angelini, al termine della giunta. “Un passaggio importante, perchè non sono intervenuti tagli sul fronte del diritto allo studio”. E per quanto riguarda le liste d’attesa per nidi ed asili, il neo-assessore dichiara che “le liste sono quasi azzerate e comunque le attese verranno riassorbite entro inizio ottobre”.

Semaforo verde anche per la bella esperienza, finora collocata presso la scuola Vidoletti, del Centro di prima alfabetizzazione, porta d’ingresso alla scuola per ragazzi stranieri appena arrivati. “Un’esperienza che ha dato buoni risultati, che va proseguita”, dice Angelini. Dal Comune arriveranno 9 mila euro e due insegnanti, mentre il resto sarà assicurato dall’Ufficio scolastico provinciale. Un’esperienza di punta sul fronte dell’integrazione che si sposterà dalla Vidoletti per la necessità di ulteriori spazi (si sta cercando una sede in centro). L’ok della giunta è arrivato senza problemi, senza opposizione neppure da parte degli stessi esponenti del Carroccio in giunta, che sulla scuola hanno sempre storto il naso. 

Infine, quanto alla chiusura De Amicis, il Comune è venuto incontro alle famiglie, tenendo buone le le iscrizioni e provvedendo al trasporto gratuito dei ragazzi alla nuova scuola.

28 giugno 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi