Varese

Notti di musica nella cornice di Villa Panza

Villa Panza

Undicesima edizione per l’appuntamento estivo con la musica: “Concerti sotto le stelle”, tre concerti serali all’aperto, proposti dal FAI – Fondo Ambiente Italiano nella splendida cornice del cortile d’onore della settecentesca Villa Panza a Varese, in programma quest’anno mercoledì 29 giugno, mercoledì 13 luglio e martedì 26 luglio alle ore 21.15. Giovani stelle del firmamento musicale brilleranno nelle notti estive, in una rassegna di qualità e respiro europeo, affidata alla bravura di giovani artisti vincitori di importanti concorsi internazionali e in particolare del Borletti-Buitoni Trust.

Per tre serate il cortile d’onore di Villa Panza si trasformerà in uno scenario dall’acustica perfetta dove poter ascoltare grande musica ammirando l’elegante architettura della Villa. La direzione artistica è affidata al maestro Fabio Sartorelli, con il supporto del prestigioso Borletti Buitoni Trust che, istituito nel 2002, si distingue nel panorama musicale per la grande forza con cui aiuta i giovani artisti, sostenendo e sviluppando il fiorire di carriere internazionali, con il patrocinio e il sostegno della Provincia di Varese, in collaborazione con il Comune di Varese, con il contributo di Tigros e grazie a Prelios.

Mercoledì 29 giugno aprirà la rassegna il soprano Elena Xanthoudakis, vincitrice del Borletti-Buitoni Trust Awards 2011 e di oltre 80 premi fra cui il “Maria Callas” di Atene, con un programma all’insegna delle più belle arie d’opera e romanze da salotto: da Haendel a Mozart, da Donizetti a Verdi e Puccini.

Mercoledì 13 luglio sarà poi la volta del Quartetto Navarra vincitore anch’esso della Borletti-Buitoni Trust Fellowship 2007, già da molti anni sulla scena internazionale con concerti alla Wigmore Hall, ad Aix-en-Provence, in Svizzera, Italia, Irlanda e Olanda, e che vanta collaborazioni trasversali con il gruppo di danzatori del coreografo Wayne MacGregor (famoso per il suo Swan Lake tutto maschile), con pittori e naturalmente con musicisti di fama internazionali.

Martedì 26 luglio sarà poi la volta del giovanissimo pianista francese David Kadouch vero e proprio genio della tastiera: a soli 13 anni ha suonato sotto la direzione del grande violinista Itzhak Perlman alla Metropolitan Hall di New York e a 14 nella Sala Grande del Conservatorio Čajkovskij di Mosca. Oggi, David Kadouch, è pupillo e allievo del grande Daniel Barenboim che nel novembre del 2009 lo ha chiamato a sostituire Lang Lang a Ramallah, in Palestina.

Il repertorio di quest’anno è ricco di numerosi riferimenti che evocano il dialogo tra musica e teatro. Non a caso l’esordio degli appuntamenti è affidato al soprano Elena Xanthoudakis che affronterà un repertorio quanto mai vario comprendente alcune “arie antiche” di Caldara e Scarlatti, pagine di Haendel e Mozart, e brani da Donizetti a Puccini attraverso capolavori verdiani come “Caro nome” da Rigoletto o “Sempre libera” da Traviata. Anche i musicisti del Quartetto Navarra eseguiranno, oltre ad Haydn e a Beethoven, il Quartetto “Rosamunda” di Schubert, così intitolato per la presenza di un tema tratto dalle musiche di scena per un omonimo lavoro teatrale. Chiuderà gli incontri in musica il pianista David Kadouch che interpreterà una trascrizione di Liszt del “Coro delle filatrici” dall’Olandese Volante di Wagner, oltre ai scintillanti Quadri di una esposizionedi Mussorgkij, omaggio quanto mai pertinente con la natura espositiva di Villa Panza.Anche in questa occasione il FAI conferma il suo impegno nel voler promuovere la cultura a tutti livelli grazie alla diffusione di musica di altissima qualità eseguita da giovani interpreti del panorama

internazionale. Come è nella filosofia del FAI, infatti, l’Arte e la Cultura uniti all’amore per le cose belle sono importanti e imprescindibili momenti di unione.Il ricavato delle serate verrà utilizzato per sostenere il FAI nella sua missione di tutela dell’arte, della natura e del paesaggio italiani e nella sua attività di sensibilizzazione dei cittadini, affinché sempre più persone condividano questo importante impegno iscrivendosi alla Fondazione.

Prima del concerto sarà possibile cenare al ristorante di Villa Panza al costo di €25 (con prenotazione obbligatoria allo 0332/242199): Luce è uno spazio interamente dedicato alla ristorazione con un light bar, cucina a vista, due ampie sale dove poter gustare le pietanze preparate con le materie prime dell’orto e dei frutteti della villa. Alla guida del ristorante lo chef Matteo Pisciotta.

23 giugno 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi