Varese

Commissioni, all’Udc l’undicesima presidenza?

Il Comune di Varese

Tra i primi adempimenti della legislatura che si è appena aperta, in agenda è scritta la costituzione delle Commissioni che affiancheranno il lavoro del Consiglio comunale di Varese.  A tale proposito si riuniranno, martedì 21 giugno, i capigruppo che dovranno iniziare a stabilire il numero delle commissioni.

Una delle ipotesi più realistica è che vengano costituite dieci commissioni consigliari, rispecchiando il numero degli assessorati che sono nove, ma ai quali va aggiunta la figura del sindaco, che a sua volta si è tenuto alcune deleghe.  Dieci commissioni che saranno  presiedute da consiglieri di maggioranza, cinque alla Lega Nord e cinque al Pdl. Le commissioni corrispondenti agli assessorati saranno presiedute da esponenti di un partito diverso da quello a cui appartiene l’assessore. Se in assessorato siede un esponente della Lega, la commissione sarà presieduta da un uomo del Pdl, e viceversa.

Tuttavia le dieci commissioni potrebbero diventare anche undici, come qualcuno ipotizza. L’undicesima commissione, però, vede opinioni diverse nella maggioranza. C’è chi vedrebbe favorevolmente una presidenza di commissione all’Udc, che prima del ballottaggio rivolse, attraverso la voce del candidato sindaco Morello, un appello ai suoi elettori perchè convergessero sul candidato sindaco del centrodestra al secondo turno. Di opinione diversa, invece, chi sostiene che potrebbe essere assegnata ad un esponente dell’opposizione, una decisione che favorirebbe la partecipazione e il dialogo all’interno delle commissioni, lasciando all’aula lo scontro politico più acceso. Soluzioni diverse su cui spetterà al sindaco dire l’ultima parola.

19 giugno 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi