Varese

Gruppo Alpini Varese, 80 anni ma non li dimostra

Due giorni di festa del Gruppo Alpini Varese in occasione dell’ottantesimo della sua fondazione. Oggi e domani a Varese si svolge una serie di manifestazioni e di appuntamenti che ricordano a tutti la presenza di questa realtà che affonda lontano le sue radici. Oggi sabato, dopo l’alzabandiera presso la sede, si è svolto uno spettacolo sul palco del Teatro Apollonio, con Roberto Manni, guida alpina di Madonna di Campiglio, e con la partecipazione del Coro Alpino Studenti Università Cattolica di Milano e del Coro A.N.A. Campo dei Fiori. Ma il vero clou dei festeggiamenti è in programma per domani domenica 19 giugno.

Alle 10.30, dopo il ritrovo in sede e l’alzabandiera, appuntamento in Piazza della Repubblica e poi il Gruppo Apini darà vita ad una sfilata per le vie cittadine. Conclusione delle celebrazioni alle ore 11.30 con la messa nella basilica di S.Vittore.

Due giorni per ricordare una realtà che è stata fondata nel 1930, anche se ricerche effettuate hanno appurato che il Gruppo varesino affonda le sue radici nell’esperienza dolorosa del primo conflitto mondiale, quando un gruppo di varesini, per dare un contenuto concreto al loro attaccamento alla penna nera, fondarono il gruppo. Ecco i nomi: Alesina, Bianchi, Bonato, Dittamo, Maroni, Biroldi e forse anche altri. L’Artigliere da Montagna Don Antonio Riboni, nome di battaglia “Pa’ Togn” è stato il primo padre spirituale del Gruppo. Dai primi anni ad oggi il Gruppo Alpini di Varese si è impegnato in molte iniziative di pace e solidarietà, a partire dalla partecipazione e dall’aiuto in occasione di grandi calamità naturali. Un Gruppo molto amato dai varesini, che ogni anno, a ferragosto, partecipano alla Festa della Montagna al Campo dei Fiori.

18 giugno 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi