Varese

Cortisonici Lab, vince un precario inviso a Brunetta

E’ stato un esperimento interessante, Cortisonici Lab, messo in piedi dai Cortisonici in collaborazione con l’Associazione Amici di Piero Chiara e la cooperativa sociale Totem. Progetti proposti da giovani filmaker, in lizza per ottenere risorse e così concretizzarsi.

Ora il dado è tratto. Non sappiamo se l’iniziativa proseguirà, se il nuovo assessore alla Cultura sarà favorevole a proseguire ancora il prossimo anno. E’ certo che, per la prima edizione, ci sono i vincitori, scelti dalla commissione di valutazione Cortisonici Lab (composta da Mauro Gervasini, Gianluca Gibilaro e Alessandro Leone, insieme al coordinatore del progetto Massimo Lazzaroni), sentiti i pareri espressi dai docenti Guido Chiesa (regista), Pierpaolo Pirone (sceneggiatore), Franco Bocca Gelsi (produttore), Gabriella Pedranti (produttrice), e dai tutor che hanno partecipato alla settimana formativa durante l’ottava edizione festival Cortisonici.

Podio per l’anno 2011 riservato a “Interno 15″ di Mattia Puleo, lo stupendo “Il battimanista” del regista e frontman dei “Nouloho” Roberto Cicogna, fiction dedicata all’improbabile professione di battimanista di un ragazzo, giovane precario d0c, di quelli che stanno antipatici al ministro Brunetta, e “Una volta fuori” di Renato Chiocca.

I tre progetti finalisti saranno presentati a Varese lunedì 20 giugno, alle 10.45, presso l’ex Cinema Rivoli, alla presenza del sindaco Attilio Fontana, dei responsabili di Cortisonici Lab, dei registi Mattia Puleo e Renato Chiocca. Previsto un messaggio video di Roberto Cicogna. In collaborazione con Filmstudio 90 e Hagam.

18 giugno 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi