Varese

Nicoletta Magnani, tra segno pittorico e racconti “bestiali”

Un momento dell'apertura della mostra

Immagini e parole per un piccolo evento al Caffè Veratti di Varese. Occasione offerta dall’inaugurazione della mostra “Story Board” di Nicoletta Magnani, una piccola rassegna di opere che l’artista varesina ha realizzato fino al 2007, con un segno ed un’impostazione inconfondibili che, negli anni successivi, e fino ad oggi, hanno subìto un’ulteriore evoluzione, fino ad assumere un tratto ancora più raffinato.

Un piccolo evento al quale ha partecipato anche l’editore-poeta Dino Azzalin, che si è intrattenuto in una breve riflessione sul senso dell’arte e sulla necessità, per Varese, di ritornare ad una porogrammazione culturale che oggi è piuttosto carente.

L’artista ha dunque proposto al pubbliuco presente all’inaugurazione, una scelta di testi scritti da lei e raccolti sotto l’originale titolo di “BesDiario”, una carrellata su animali veri e fantastici, che offrono alla pittrice-scrittrice la possibilità di percorrere itinerari tra cose e sentimenti, senza mai dimenticare una pennellata di gradevole ironia.

Ha concluso l’incontro Emanuela Rindi, che ha tratteggiato un rapido e intelligente ritratto dell’artista nata a Reggiolo.

16 giugno 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi