Cultura

“Inconsuete armonie” scoperte all’ombra di Salvini

Il Museo Salvini

Il suo titolo, “Le emozioni”, è senza dubbio accattivante. E’ il programma della vivace realtà culturale di Casalzuigno “Attivamente”, che parte, nella sua programmazione, da uno dei luoghi più suggestivi del territorio, il Museo Salvini di Cocquio Trevisago.

Come dicono gli esponenti dell’associazione, spiegando il titolo del cartellone 2011, ”l’arte, le arti emozionano, sempre. Scrisse Paul Gauguin “ Innanzi tutto, l’emozione! Soltanto dopo, la comprensione”. E nulla sembra più attinente ai contenuti del programma 2011 dell’associazione di Casalzuigno”.

“La semplicità di affascinanti luoghi per l’arte” è una delle rassegne che compongono questo il programma 2011. Una rassegna a cui appartiene il primo evento, in programma sabato 18 giugno, in una location quanto mai magica ed affascinante, dove l’ aria che si respira entra nell’anima e nel cuore con la bellezza dell’ arte a cui fa da prezioso scrigno: il Museo Salvini, con le meravigliose opere di Innocente Salvini, assoluto maestro del colore e la straordinaria semplicità del luogo e del mulino ove il maestro trascorse la sua vita.

Titolo della serata a Cocquio è “Inconsuete armonie…Musica, Letteratura e Colori”, un raffinato appuntamento, realizzato da Attivamente in collaborazione con il Comune di Cocquio Trevisago ed il Museo Salvini, che propone al pubblico, a partire dalle 21, un concerto dove la voce dell’arpa e della fisarmonica, in un ricercato abbinamento, saranno protagonisti a far da colonna sonora al colore raccontato dal tormento, dalla passione e dalle emozioni di brevi stralci dagli scritti di alcuni tra i più grandi pittori che hanno dedicato la loro vita e la loro arte al colore.

Il mulino verrà messo in azione per immergere ancor più il pubblico in un realistico momento di vita rurale e a dare il “benvenuto” prima della visita guidata al Museo. E poi, circondati dalle opere del maestro, la voce dolce, drammatica, sensuale degli strumenti musicali la cui inusuale fusione evoca atmosfere e immagini uniche che proiettano in un mondo senza confini. I due strumenti musicali all’apparenza appartenenti a mondi diversi, amalgameranno sonorità e stili differenti. Un dialogo proposto dal duo MilleMiglia composto dall’arpa di Elena Manuela Cosentino e dalla fisarmonica di Mario Milani. E la voce del giovane attore Daniele Sala a raccontare il colore, a far sentire più viva che mai la presenza della pittura che ovunque si vive in questo luogo straordinario. Posti limitati, è raccomandata la prenotazione (Euro 5,00 Soci – Euro 10,00 Non Soci)

Dopo il tuffo nei colori della musica e della pittura, al Museo Salvini, il viaggio continua con “Inconseuete armonie…Tavolozza di colori”. Appuntamento domenica, 19 giugno 2011, dalle ore 11, con l’Open Day presso “Il rudere”, casa-atelier a Casalzuigno. Un atelier aperto per continuare il viaggio nel colore, e conoscere da vicino l’ artista Sandro Bardelli nel luogo che più gli è proprio, il suo studio.

11 giugno 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi