Roma

Padre Zanotelli: madre acqua non può essere privata

Padre Alex Zanotelli

Erano almeno in 200, religiosi e religiose, ma anche molti laici, a manifestare questa mattina in San Pietro a Roma, alternando slogan e momenti di riflessione e preghiera. Un momento di mobilitazione per partecipare ai referendum e dire sì alla privatizzazione dell’acqua.

‘No alla mercificazione della madre acqua”. A guidare il corteo, sfilato lungo il colonnato di San Pietro, è stato il missionario padre Alex Zanotelli, seguito da rappresentanti delle comunità di quasi tutte le regioni italiane, giunti nella capitale per dire sì ai referendum, in particolare ai due sull’acqua e a quello contro le centrali nucleari. Una manifestazione che parte dopo lunghe discussioni con gli uomini della sicurezza prima di accedere a Piazza San Pietro. Non è stato possibile però aprire in piazza uno striscione con scritto: ”Signore aiutaci a salvare l’acqua”.

”Siamo qui – ha detto Zanotelli insieme a padre Adriano Sella - per tutti i cittadini e in particolare per la Chiesa. Vogliamo ricordare a tutti che l’acqua non può essere privatizzata: è la madre di tutte le cose”. “Vorremmo che da parte delle parrocchie delle comunità ecclesiali ci fosse una presa di coscienza maggiore su questo, l’acqua è il bene comune essenziale”, ha concluso il missionario. Momenti di riflessione sul bene dell’acqua e grande attenzione da parte di tutti, cittadini e turisti.

9 giugno 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi