Varese

Tavernari, piccola mostra d’eccellenza. E poi Stradivari

L'assessore Francesca Brianza

Un gruppo di persone ha dato vita ad una mostra interessante, lavorando con passione, e trovandosi bene a lavorare insieme. Parliamo della mostra dedicata a Vittorio Tavernari, un artista poliedrico e complesso, che a Villa Recalcati sarà riproposto in una rassegna che sarà inaugurata venerdì 10 giugno alle ore 18.30. In questi ultimi due giorni è stato portato a termine l’allestimento e, in un angolo della sede della Provincia, c’è già una pila di cataloghi, già pronti per essere consultati e letti dagli appassionati di un’arte con i piedi nel territorio e gli occhi che fissano un panorama più ampio, europeo.

Chi c’è dietro questa piccola e bella mostra? Un assessore che ci crede, nelle cose che fa, la leghista Francesca Brianza, davvero emozionata nell’annunciare l’evento. Accanto a lei si sono mossi i componenti del comitato organizzatore, il bravo Mauro Carabelli e una risorsa preziosa come la competente Sara Frattini, che in questi giorni era sempre in Provincia per gli ultimi ritocchi. Ci sono poi i due figli dell’artista, Giovanni e Carla, eredi appassionati, un vero scrigno di memorie e di dettagli preziosi sulla vita dell’artista. Raccontano di come lo scultore abbia realizzato le sue opere più piccole in uno scantinato in via Dandolo. Mancava luce, però, e quindi Tavernari decise di lavorare nel suo grande studio di Barasso. E poi l’attenzione verso la musica, con la moglie musicista, particolarmente legata ai romantici tedeschi. E anche la militanza comunista, abbandonata con i drammatici fatti d’Ungheria.

C’è poi il curatore e ideatore del ciclo di mostre dal titolo “Scultori a Villa Recalcati”, Flaminio Gualdoni, fine critico d’arte, capace di argomentare le sue scelte, di metterle in discussione, di difenderle con vigore. Il ciclo ideato da Gualdoni dovrebbe approdare ad un allestimento permanente nei Giardini di Villa Recalcati. Ma, si sa, ci sono i tagli, le risorse scarseggiano, chissà. Intanto godiamoci la rassegna su Tavernari, che terminerà a fine agosto.

Ad impreziosirla, una mostra di disegni legati alle opere esposte a Villa Recalcati, al Centro dell’Olmo a Taino, che sarà inaugurata due giorni dopo, il 12 giugno. Mentre il 10, dopo il vernissage in Provincia, un altro evento di grande interesse: “Uno Stradivari per la gente”, un concerto tenuto da Matteo Fedeli, che utilizzerà lo Stradivari 1726 “ex Adams Collection”. Il concerto, che vedrà al pianoforte Andrea Carcano, sarà alle ore 21, presso la Chiesa di San Vittore a Casbeno.

8 giugno 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi