Varese

Piatti (Lega): puntiamo all’equilibrio Carroccio-Pdl

Carlo Piatti

Ancora un sindaco leghista a Varese. Attilio Fontana è stato confermato al vertice di Palazzo Estense, sostenuto da una coalizione formata da Pdl e Lega Nord, e con l’esclusione dell’Udc. Un’esclusione che ha indebolito la coalizione e, quindi, anche il candidato sindaco?

“A Varese aveva senso un’alleanza tra Lega e Pdl, lasciando fuori l’Udc. Una soluzione che gli elettori varesini hanno premiato”, dichiara Carlo Piatti, segretario cittadino del Carroccio. “La perdita di consensi del Pdl è stata “coperta” dal nostro che è cresciuto. In altre realtà sono state fatte scelte diverse. Ci si deve misurare con le situazioni diverse che si hanno di fronte”.

Continua Piatti: “Non è vero che siamo andati al ballottaggio a causa dell’assenza dell’Udc. E’ stata per colpa dei consensi andati ai Raffo, agli Ibba, alle Greco, che hanno spostato consensi di elettori del centrodestra”.

A questo punto il centrodestra guarda avanti. “Già domani sera incontrerò Aldo Colombo, coordinatore cittadino Pdl – dice Piatti – e inizieremo a ragionare sul numero degli assessori, sulle deleghe e sulle persone, in accordo con il sindaco Fontana. E’ minima la differenza di consensi tra Pdl e Lega Nord. Un fatto che significa che l’elettorato esige un equilibrio tra i due partiti in termini di consiglieri e di assessori. Un equlibrio di giunta che cercheremo di raggiungere da domani”.

30 maggio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi