Varese

A Varese tutti possono leggere. Una mostra e un reading

L'inaugurazione della mostra a Palazzo Estense

Pannelli da vedere e toccare sotto i portici di Palazzo Estense (fino al 6 giugno), a cura del laboratorio d’arte la Tana delle Costruzioni, che concretizzano la diversità come valore. Una mostra singolare per concludere il progetto “Una biblioteca per tutti”. Un progetto partito lo scorso autunno con l’obiettivo di agevolare l’accesso di ciechi, ipovedenti e dislessici alla Biblioteca dei Ragazzi di Varese. Pr0getto all’avanguardia che è stato sostenuto dal Comune di Varese, in collaborazione con Cesvov, Aid (Associazione italiana dislessia), Uici (Unione italiana ciechi ed ipovedenti) sezione di Varese. Supporto di Fondazione Cariplo e Fondazione Vodafone.

Tanti i presenti al taglio del nastro della mostra, a partire dalla direttrice della Civica Biblioteca Chiara Violini, Angela Mazzetti, presidente Uici di Varese, il sindaco Attilio Fontana. La Violini ha ricordato come questo progetto ha portato nella biblioteca di via Cairoli a Varese computer, scanner, lettori vocali e una barra braille. “L’idea del progetto – ha detto la Violini – è quella di rendere la lettura un momento di aggregazione e di amicizia”. Un progetto che si affida anche alla presenza di una ventina di v0lontari che , adeguatamente formati, seguono gli utenti che si recano nella biblioteca comunale dedicata ai ragazzi.

Venerdì 27 maggio, alle ore 15, alla Biblioteca Civica di via Sacco, un evento sarà dedicato al progetto “Una biblioteca per tutti”: sarà un reading teatrale a cura di Elisa Carnelli con accompagnamento musicale  di Antonio Cervellino.

24 maggio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi