Varese

Fontana ricorda Falcone ed elogia Maroni

Il sindaco Attilio Fontana

Il sindaco di Varese, Attilio Fontana, candidato sindaco del centrodestra, ha ricordato oggi la figura del giudice Giovanni Falcone, che restò vittima di un terribile agguato della criminalità organizzata il 23 maggio 1992.

“Siamo a Varese – spiega il sindaco Fontana -, ma vogliamo lanciare con forza un messaggio, riprendendo il lavoro e il sacrificio di uomini come Giovanni Falcone. Oggi è l’anniversario della sua tragica morte, ucciso dalla mafia. E con orgoglio voglio ricordarlo. Un uomo-simbolo, un uomo che insieme all’amico fraterno Paolo Borsellino ha rappresentato con il sacrificio della vita i valori e le virtù contro il male della mafia. Proprio Borsellino disse “Potremo vincere solo fuori dalle aule dei tribunali”.  Parole pronunciate poco prima della sua stessa morte, commemorando Falcone: la mafia si può sconfiggere solo nella società. In questo dobbiamo continuare ad avere fiducia”.

“Falcone  – precisa Fontana – è un esempio capace di trasmettere valori positivi per le generazioni future. Non bisogna mai abbassare la guardia. Lo dimostra il lavoro quotidiano di lotta alle mafie che sta compiendo il ministro Maroni. Un impegno costante e silenzioso che ha portato a risultati sorprendenti. Un lavoro di cui – ne sono certo -  Falcone sarebbe fiero”

23 maggio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi