Varese

Garibaldi a Varese alla vigilia del ballottaggio

Il busto dedicato a Daverio presso l'omonimo istituto a Varese

Finalmente ci siamo. Siamo giunti all’anniversario della famosa battaglia di Varese che avvenne il 26 maggio 1859, quella che ha dato il nome all’associazione che più si è impegnata a Varese nelle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Una battaglia che sarà ricordata nella città garibaldina di Varese, che proprio giovedì 26 maggio assisterà a due momenti presentati questa mattina presso l’Isiss Daverio di Varese dall’associazione Varese per l’Italia- 26 maggio 1859.

A suo nome il presidente, il giornalista Luigi Barion, affiancato da Angelo Monti e dalla senatrice Maria Pellegatta, vice-presidente dell’associazione, oltre che da Roberto Gervasini, ha presentato le iniziative, che si svolgeranno con sil sostegno dell’associazione Kiwanis di Varese. Si parte, giovedì 26 maggio, alle ore 8.30, con la scoperta di una lapide in bronzo dedicata a Francesco Daverio, ingegnere, patriota, eroe della Repubblica romana, che sarà collocata sotto il busto dedicato all’istituto Daverio proprio all’eroe risorgimentale.

Alle ore 10, presso il De Filippi, si terrà un intero convegno dedicato al Risorgimento, in cui interverranno Claudio Merletti, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, e i due presidi delle storiche istituzioni scolastiche intitolate a due martiri dei moti risorgimentali, Giovanni Blasi, dirigente del Daverio, e Daniela Tam Baj, dirigente del Classico Cairoli. L’evento è stato inserito nel calendario delle celebrazioni nazionali stabilito dalla Commissione presieduta da Giuliano Amato. 

Ma il clou delle celebrazioni sarà sabato 28 maggio, quando sarà issata nuovamente il tricolore sulla chiesetta di Biumo Inferiore, laddove la battaglia condotta da Garibaldi ebbe ragione degli invasori austriaci. Quelli, tanto per capirci elogiati nella mostra, realizzata sotto i portici di Palazzo Estense, dalla associazione culturale Terra Insubre. Sabato 28 maggio, il giorno ptrima del voto per il ballottaggio, inoltre, si svolgerà nel centro di Varese un corteo storico con garibaldini e altre divise, che terminerà al monumento del Garibaldino, dove il presidente Luigi Barion terrà l’orazione ufficiale in ricordo della gloriosa battaglia.

Bella infine l’iniziativa dell’associazione Varese per l’Italia che sostiene una “gita patriottica” a Roma di due studenti dell’istituto Daverio. Come ricorda la senatrice Pellegatta, “accompagnati da insegnanti e membri dell’associazione, i due studenti avranno la fortuna di vedere la copia originale della Costituzione italiana con le firme di De Nicola, De Gasperi e Terracini”.

19 maggio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Garibaldi a Varese alla vigilia del ballottaggio

  1. Bruno Belli il 19 maggio 2011, ore 18:23

    Devo segnalare quella che, evidentemente, è una dimenitcanza: venerdì 27 maggio, come già più volte comunicato, nell’ambito de “I Venerdì di Bruno Belli” si terrà, proprio in collaborazione con l’ “Associazione Varese per l’Italia 26 maggio 1859″ il pomeriggio conclusivo della stagione 2010-2011.
    Sarà un momento dedicato a Garibaldi e Varese dal titolo “Garibaldi a Varese 26 maggio 1859″. Sara suddiviso in due parti:

    1) Un evento storico sottovalutato in citta. Alcune riflessioni – Intervento di Luigi Barion, Presidente dell’ Associazione “Varese per l’Italia 26 maggio 1859″

    2) Varese nelle “Memorie” di Garibaldi e nei versi di Ippolito Nievo, a cura di Bruno Belli che leggerà il testo originale di Garibaldi, amplaindo l’argomento trattato nei capitoli XI e XII delle “Note risorgimentali”, approfondimenti storico culturali sociali che sta curando sul sito di “Movimento libero”. (www.movimentolibero.it)

  2. Bruno Belli il 19 maggio 2011, ore 18:35

    Mi scuso. Ho dimentifcato luogo ed orario.
    Sono i consueti: venerdì 27 maggio, ore 17,30 (ingresso libero), Pasticceria Zamberletti di Corso Matteotti.

    Colgo l’occasione per aggiungere che, alla stessa ora, presso la medesima sede, domani, 20 maggio, tratterò il tema -sempre legato al Risorgimento:
    “MERCADANTE E VERDI NELL’IMMAGINARIO PATRIOTTICO POPOALRE”

Rispondi