Varese

Giacomino vince il Palio. E tutta Calcinate esulta

Il fantino vincitore nell'angolo di Calcinate degli Orrigoni

La metereologia bizzarra di questa domenica di maggio ha continuato a minacciare il Palio bosino che si è svolto presso l’Ippodromo le Bettole. Questa mattina un vento freddo ha messo a dura prova i tanti stand dei rioni varesini, con dolcetti e tartine rigorosamente coperti e nascosti. Fortunatamente il banco gastronomico, preso d’assalto, era stato collocato al coperto. Non è mancato mai il sole, ma solo nel pomeriggio, proprio in occasione delle gare sportive, e in particolare della gara ippica, la temperatura è diventata più mite e i varesini hanno pian piano riempito gradinate e parterre per seguire i diversi eventi in programma.

Prima dello start per i cavalli suddivisi in due batterie, alle Bettole i più piccoli sono stati i veri protagonisti. In particolare, era in programma il “Battesimo  della sella” e il torneo di corsa ad ostacoli con pony e cavalli, che per la prima volta si teneva alle Bettole. Una articolata in più categorie, dai “Primi passi” alla categoria Bassa e a quella Media. A guidare la gara, che ha visto una sessantina di partecipanti di varie età, il presidente Tatiana Bertoletti, il segretario Marta Birigozzi e il direttore di campo Alfredo Bellardi.

Molte le realtà che hanno partecipato: Pony Club Le Bettole (Varese), Club Ippica Albosta (Binago), Centro Ippica La Valletta (Valle Luna-Bobbiate), Cavalieri del Lago (Ternate), Il mondo in sella (Abbiategrasso), Centro Ippica Golden (Pianello Valtidfone), Club Up & Down (Cassano D’Adda). Tra i partecipanti anche Sara Biava, 6 anni, che ha montato un pony di 60 centimetri, dal nome Ciccio Rodeo. Nella gara principale, quella Media, ha vinto Stefania Novelli, seguita da Silvia Mangeli e Silvia Paggi. Sono intrvenuti, per premiare i classifiocatri, il senatore Antonio Tomassini (Primi passi) e l’assessore provinciale Bruno Specchiarelli (categorie Bassa e Media).

Ma il cuore del Palio è stato senza dubbio la gara ippica, che si è svolta in due batterie eliminatorie più la finale. Dopo una finale nel campo polveroso delle Bettole, ha trionfato il cavallo numero 9 Sottovesuvio, di Calcinate degli Orrigoni, montato da Roberto Lomanto, che al termine della gara e prima di essere premiato da Felicita Sottocasa Barlocci, Regiù della Famiglia Bosina, e dall’avvocato Sissi Corsi, è stato portato in trionfo da sostenitori e tifosi. Secondo e terzo posto, rispettivamente, per il cavallo numero 7, di Valle Olona, dal nome Lambros, montato da Marco Giusti, e per il cavallo 5, di Sant’Ambrogio, dal nome Aria, montato da Donato Calvaccio.

15 maggio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi