Varese

Notte prima dell’esame: ritardi, pochi militanti, qualche ghisa

Una delle feste elettorali nel centro di Varese

Oggi è il giorno in cui i comizi e gli slogan elettorali tacciono, in vista della due giorni di voto, domanitutto il giorno e lunedì mattina. Lo stop alla campagna elettorale, ieri notte, ha richiamato nelle piazze, nelle vie, nei teatri e nei ristoranti, centinaia e centinaia di varesini, che intendevano sostenere i candidati o, più semplicemente, solo curiosi verso gli eventi annunciati dai media.

Già nel tardo pomeriggio era partita la lunga maratona della chiusura della campagna elettorale a Varese. Dapprima la corsa dei candidati e dei simpatizzanti della lista civica Varese&Luisa sono partiti dal parco Mantegazza del Castello di Masnago per attraversare la città e raggiungere le Bustecche. A piazza De Salvo era ad attenderli un aperitivo. Una corsa che era capitanata dall’agronomo Daniele Zanzi, e che, lungo le vie, si segnalava per la presenza di bici e di palloncini colorati. Nella piazza San Giuseppe, nel frattempo, un gazebo targato Pdl ringraziava i sostenitori e gli amici. Erano presenti al banchetto, che offriva bevande fresche e dissetanti (purtroppo però i bicchieri si sono subito esauriti), l’assessore Angelini, il candidato Pramaggiore e l’onnipresente assessore regionale Cattaneo. Si erano svolti anche altre manifestazione, come la super-partita di scacchi organizzata da Mauro Della Porta Raffo e dalla lista “La Varese che vorrei” e il comizio finale, vibrante e a piena voce, di Alessio Nicoletti di Movimento Libero in piazza XX Settembre.

Tante iniziative, ma il bello doveva ancora venire. Evidentemente, lo scadere del tempo aguzza l’ingegno. Anche se non tutto è filato preciso come un orologio svizzero. Inizio in ritardo dello spettacolo di Paolo Meneguzzi organizzato, al Teatro Apollonio, dall’Udc. Alle 21.30, la gente aveva occupato due terzi del teatro (platea e la prima parte della galleria), ma, a parte un nugolo di body-guard (ma per chi? ma per cosa?), di artisti sul palco e di politici in platea neppure l’ombra. Solo alle 21.30, il gruppo dell’Udc cittadino, accompagnato dal presidente Rocco Buttiglione, si è presentato a teatro e lo spettacolo (peraltro ben riuscito) ha potuto iniziare.

Tappa in piazza Monte Grappa per la chiusura del Carroccio.  Non più di trecento militanti hanno seguito la manifestazione finale con i big del partito. Giorgetti, Maroni e lo stesso Bossi si sono alternati, insieme al candidato sindaco Fontana e a tutti i candidati sindaci dei Comuni al voto, sul palco, ma non sono riusciti a muovere più di tanto lo zoccolo duro. Originale la proiezione di un Alberto da Giussano sulla Torre civica e un simbolo del partito sulla facciata del Palazzo della Camera di commercio. Contemporaneamente, presso il ritorante “Da Gennaro” a Capolago, si stava svolgendo la gremita spaghettata finale di Raffaella Greco, candidata sindaco di Unione Italiana e Varese Zona Franca, e lo spettacolo di Colorado Lab in via Crispi, offerto da Giuseppe Vuolo, candidato cosnigliere per il Pdl.

Piazza Carducci, invece, occupata per tutto il pomeriggio fino ad oltre mezzanotte dal candidato sindaco Flavio Ibba. Prima l’Ibba Family e poi l’Ibba Fest, hanno richiamato un flusso di simpatizzanti e amici impressionante. In particolare, la parte finale della serata, con birra gratis spillata per tutti e musica a manetta, ha fatto registrare un via-vai ragguardevole di giovani e giovanissimi, oltre a diversi candidati di altri partiti. Inoltre un gazebo Pdl, a sostegno di Sorrentino, era stato collocato in un angolo della stessa piazza, con la presenza dei candidati Montalbetti, Sorrentino e l’elegante e fascinosa Emanuela Iaquinta.

 All’avvicinarsi della mezzanotte, sono passati dalla piazza un paio di agenti della Polizia locale. Documenti in regola e stop alla musica ancora prima di mezzanotte. Ripulita la piazza, tutti a nanna. A pensare al candidato (o candidata) più amato (o amata). E domani tutti in campo a votare.

- FOTOGALLERY

14 maggio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi