Varese

Un colpo di pistola e sei arresti in piazza Repubblica

A Varese oggi pomeriggio, attorno alle 16.30, piazza Repubblica, una piazza che da tempo viene tenuta d’occhio dalle Forze dell’ordine, si è trovata al centro di un episodio che ha destato allarme e preoccupazione tra commercianti e cittadini.

Verso quell’ora infatti è accaduto che due agenti della Polfer stavano procedendo a controlli nei confronti di alcuni tunisini avendo sospettato che si stesse verificando un episodio di spaccio. In particolare gli agenti avevano seguito i sospetti dalla stazione fino alla piazza. Al momento dei controlli, uno degli uomini controllati si è ribellato agli agenti e ha iniziato ad opporre resistenza, minacciando l’agente con un corpo contundente. Uno dei due agenti, essendosi accorto che la situazione stava sfuggendo di mano, e che rischiava di essere preso di mira anche da altri che si trovavano nella piazza, ha esploso un colpo di pistola in aria per bloccare ogni atto di violenza.

L’arrivo di rinforzi delle Forze dell’ordine hanno portato all’arresto immediato di sei sospetti, che sono stati portati via a bordo di tre auto della polizia.

La piazza in questione era stata al centro nei giorni scorsi della presentazione di un sistema di videosorveglianza piuttosto sofisticato. Sul luogo in cui si sono verificati i fatti, è arrivato anche il sindaco di Varese, Attilio Fontana. “Una conclusione pulita dell’operazione, condotta a termine con professionalità e competenza dalla Forze dell’ordine, in particolare dagli agenti della Polfer – ha commentato il sindaco -. Gli arresti ci dicono che la piazza era sotto controllo e che comunque è necessario procedere ulteriormente sulla via di uno sgombero della piazza, in modo da evitare episodi come quello accaduto nel pomeriggio”.

12 maggio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi