Varese

Girometta d’Oro alla Gandini. “Sono ultracommossa”

La Famiglia Bosina, il sindaco Fontana e Anna Maria Gandini

Questa mattina, in Salone Estense, consegna dei riconoscimenti ai “Maestri del Lavoro” e conferimento della Girometta d’Oro. Due avvenimenti che costituiscono una tradizione consolidata in occasione della Festa di San Vittore, patrono della città. A fare da cornice alla manifestazione tutti i rioni che partecipano al Palio di Masnago, autorità e varesini in costume per il corteo storico, che infatti è partito proprio dal Comune, e più precisamente dai Giardini Estensi.

Giuseppe Redaelli, a nome dei Monelli della Motta, ha ricordato il forte legame tra Varese e il mondo del lavoro. Il lavoro gratifica il nostro territorio. “Anche in un momento come questo – ha continuato l’imprenditore -, in cui si avverte sofferenza, ma che può essere superata se tutti diamo il nostro contributo”. A questo punto, il sindaco Attilio Fonatana ha consegnato la decorazione dei Maestri del Lavoro a due varesini: Giovanni Bianchi, dipendente di Alenia Aermacchi, e Vitaliano Ferrullo, dipendente di Agusta, un’onoreficenza che è stata consegnata alla figlia, per impegni di lavoro all’estero dell’interessato.

Lo stesso sindaco Fontana ha introdotto il premio della Girometta d’Oro consegnato ogni anno dalla Famiglia Bosina, un’onoreficenza attribuita ad un personaggio o ad un ente che con il suo impegno abbia onorato la nostra città. Quest’anno è andato alla giornalista Anna Maria Gandini, una decana dei giornalisti, che recentemente è stata anche premiata dall’Ordine dei Giornalisti della Lombardia per i 50 anni di professione. Il sindaco Fontana ha dichiarato che “il premio della Girometta d’Oro fa coincidere la grande capacità professionale e la grande varesinità: nel caso della Gandini, questa sintesi è assolutamente perfetta”.

Dopo la consegna, la giornalista che sul quotidiano “La Prealpina” tiene una bella rubrica di ricordi e immagini della Varese che c’era una volta.

Proseguendo il ciclo di incontri dedicato ai libri, la Biblioteca Civica di Varese propone oggi l’opera di una giornalista di lungo corso come Anna Maria Gandini, a cui è stata recentemente conferita una medaglia d’oro per il mezzo secolo di appartenenza all’Ordine dei giornalisti della Lombardia. La Gandini presenterà, questo pomeriggio 31 marzo, alle ore 18, presso la stessa Biblioteca Civica di Varese (via Sacco 9), la sua opera “La mia Varese” (Nomos Edizioni), un volume che ripropone gli articoli che la giornalista ha pubblicato sul quotidiano di Varese “La Prealpina” dal 2006 al 2010. All’incontro parteciperà anche il giornalista del quotidiano di via Tamagno, Fausto Bonoldi.

Forma di punta della “Prealpina”, la Gandini è stata giornalista nei principali quotidiani nazionali, come “Il Corriere della Sera”. La giornalista ha collaborato con Il Gazzettino Padano, ed è anche una prestigiosa collaboratrice di Radio Missione Francescana. Con il premio tra le mani, la Gandini ha dichiarato: “Sono ultracommossa. Quando mi hanno telefonato per comunicarmi che mi avevano assegnato il premio, non ci volevo credere. ‘Ma state scherzando? “, ho domandato. Mi fa particolarmente piacere che me l’abbiano consegnata proprio qui, in Salone Estense, perchè io sono nata e vissuta proprio in via Sacco”.

Al sindaco Fontana è stata regalata, dal rione di Calcinate degli Orrigoni, una bella penna antica. Perchè? Fontana aveva, lo scorso anno, pronosticato la vittoria del rione al Palio Bosino, pronostico che si era poi realizzato.

8 maggio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Girometta d’Oro alla Gandini. “Sono ultracommossa”

  1. Luisa Oprandi il 9 maggio 2011, ore 01:01

    Un abbraccio ad Anna Maria, che merita il riconoscimento della nostra città.

  2. Enrico somma il 14 settembre 2011, ore 15:59

    Cara Annamaria,sono con Gigliola lieto per l’assegnazione della girometta.meritatissima! Ti ricordiamo con affetto e simpatia.auguri per il tuo libro.salutami gli amici de la prealpina e Giuseppe Redaelli.un abbraccio da Bali.

Rispondi