Varese

Nicoletti (Movimento Libero): no alla politica “di plastica”

Il candidato sindaco Alessio Nicoletti

Alessio Nicoletti, leader di Movimento Libero e candidato sindaco di Varese, invita al voto consapevole attaccando la politica dei comizi di “plastica”.“Per cosa si vota il 15 e 16 maggio? Per il rinnovo del sindaco e del Consiglio comunale di Varese, che avranno l’onere e l’onore di amministrare la nostra città per i prossimi cinque anni. Chi sono i candidati? Sicuramente non Berlusconi, Casini, Finocchiaro, Grillo o Maroni. Gente che spesso conosce Varese vagamente, o addirittura non la conosce proprio, e che non potrà mai essere eletta in città non essendosi candidata in alcuna lista per queste elezioni amministrative”.

Nicoletti attacca: “Immaginiamo che la loro comparsata in città sia stata pensata per “tirare la volata” ai loro sottoposti, ma abbiamo già detto che questo modo di impostare la campagna elettorale farà più male che bene a presunti beneficiari di questa vecchia e logora logica partitocratica. Forse potrebbe ancora trarre in inganno l’elettorato se non ci fosse nessuno, come noi, capace di contrastare il fenomeno e dire alla gente come stanno realmente le cose”.

“Serve un voto consapevole, una scelta ponderata degli uomini migliori, capaci di portare avanti quanto definito nei programmi amministrativi – continua il candidato sindaco -. Bisogna diffidare di chi viene in città, parlando di tutto tranne che dei problemi specifici della città stessa. Comizi di “plastica” che potrebbero andare bene in qualsiasi realtà italiana, ma che non toccano minimamente lo specifico di Varese. Finite le elezioni non li vedremo più fino alla prossima tornata elettorale con il rischio concreto, però, di ritrovarci per i prossimi cinque anni amministratori non all’altezza della situazione”.

Conclude Nicoletti: “Noi, vogliamo essere protagonisti. Ci siamo candidati per amministrare Varese fino al 2016 ed i comizi li sappiamo tenere senza l’ausilio di “forestieri”, ma soprattutto i nostri comizi non saranno mai di plastica perché conosciamo bene la nostra città. Siamo sicuri che i nostri concittadini sceglieranno la strada del voto consapevole perché stufi di questi personaggi che non hanno mai dato nulla, ma hanno sempre chiesto qualcosa”.

4 maggio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi