Varese

La Oprandi regala a Fontana corbezzolo tricolore

L'agronomo Daniele Zanzi a Villa Agusta

«Una visita guidata a Villa Augusta: potrebbe essere l’ultima, visto il progetto del parcheggio multipiano che minaccia il parco e le sue piante secolari». Ha avuto molto successo la visita guidata dall’agronomo e ambientalista Daniele Zanzi, candidato nella lista civica “Varese&Luisa”. Una visita significativa, che ha avuto anche una sopresa finale.

Zanzi, che è anche presidente della Commissione Paesaggio di Varese, ha iniziato la visita citando un dato preciso: «per legge, ogni cittadino avrebbe  diritto a 15 metri quadrati di verde pubblico pro capite. Nella “città giardino” arriviamo a 2,4 metri quadrati, comprendendo anche le aiuole degli spartitraffico. Perché è vero che ci sono molti parchi, nella nostra città, ma la maggior parte sono di ville private. Il verde pubblico, poi, è anche mal distribuito – ha continuato Zanzi – perché, ad esempio, il 36,8% è localizzato nella Circoscrizione 1, il 4% nella 2, il 24% nella 3 il 10% nella 5 e l’11% nella 6».
Villa Augusta, a Giubiano, è ancora un parco pubblico, ma minacciata dal progetto del parcheggio per il nuovo ospedale. Alberi secolari e di grande pregio botanico, un’area nell’elenco dei Beni tutelati da vincolo paesaggistico che rischia di subire un colpo mortale. Questo non significa che non ci sia bisogno di un alto numero di posti auto a Giubiano, visto anche il progetto del nuovo polo ospedaliero materno-infantile che potrebbe aumentare ulteriormente il traffico in un quartiere già congestionato e senza posti auto per i residenti. Le alternative possibili ci sarebbero: l’area del campo
di rugby (che presto verrà trasferito a San Fermo) oppure in zona mercato.
«Questo permetterebbe anche di lasciare parcheggi liberi anche per i giubianesi – dice la candidata sindaca Luisa Oprandi – che oggi subiscono tutti i disagi della situazione di abbandono in cui versa il loro rione dal punto di vista viabilistico».
Ma ecco la sorpresa finale: nel punto dove è previsto la parte più profonda degli scavi per l’autosilo, Daniele Zanzi e Varese&Luisa hanno posato un vaso con un albero di corbezzolo. “La pianta simbolo dell’Unità d’Italia – spiega Zanzi - con le foglie verdi, i fiori bianchi e i frutti rossi”.  Il corbezzolo verrà donato alla città lunedì 2 maggio, alle 12.30, quando Daniele Zanzi e la lista civica legata a Luisa Oprandi consegneranno la pianta ai magazzini del verde pubblico del Comune in via Copelli 2.
Invitati d’eccezione: i sindaco uscente Attilio Fontana e il suo assessore al verde pubblico Gladiseo Zagatto. L’uspicio è, ovviamente, che la pianta di corbezzolo possa essere messa a dimora nel punto suggerito dalla lista civica: vorrebbe dire che il parco di Villa Augusta è salvo, come oltre mille varesini hanno chiesto con le loro firme.   

30 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi