Varese

Troppe merci a Varese? Portiamole a Valle Olona

Un momento dell'intervento di Bortoluzzi

Traffico di merci in città. Incessante, continuo, con problemi per la viabilità e per la qualità della vita dei varesini. Un problema di grande rilevanza che è stato, questa mattina, al centro di un convegno organizzato dall’associazione “Varese Europea”, che da anni studia i temi della mobilità, e anzi ha un suo gruppo di lavoro ad hoc guidato da Carlo Tibiletti, sindaco di Galliate Lombardo. Un convegno ampio e ricco di interventi, che si è svolto presso il Liceo Musicale, con contorno di car-sharing: se ne poteva fare una prova gratuita al termine del convegno. Una riflessione con un convitato di pietra: il famoso PGT (Piano di governo del territorio) che non è stato portato a termine nel corso della legislatura che si sta chiudendo. Un convitato che non presente, ma continuamente citato dagli intervenuti.

In apertura sono intervenuti il direttore dell’associazione, Arturo Bortoluzzi, e il presidente della stessa, il sindaco Attilio Fontana. “Il tema della mobilità è stato affrontato da Varese Europea in maniera organica – ha detto Fontana -, con la consapevolezza che per essere risolto deve esserci una collaborazione tra territori diversi, come testimonia il Patto dei sindaci sottoscritto a marzo”. Ma Fontana ha rimarcati quello che ha definito il “problema culturale”: “i nostri cittadini e i nostri commercianti sono persuasi che tutto possa funzionare solo se si utilizza l’auto”. Non è così, per il sindaco, dato che “quando è stato realizzato il centro storico pedonalizzato, il commercio han funzionato lo stesso”.

Il vicesindaco Giorgio De Wolf, in un intervento molto sfaccettato, ha ricordato che la mobilità si articola su piani diversi. E a proposito delle merci, il vicesindaco ha evocato, sulla scorta di esperienze all’estero, che la necessità di avere un magazzino di ridotte dimensioni, può essere risolto con la raccolta delle merci in luoghi fuori dalla città, assicurandone il collegamento con il centro urbano con mezzi leggeri e sostenibili.

Ma è stato l’assessore all’Urbanistica, Fabio Binelli, ad entrare più nello specifico. Tra le soluzioni che Binelli ha proposto, sul fronte dell’alleggerimento di Varese dal traffico legato al trasporto merci, l’ipotesi di realizzare un polo logistico esterno. Binelli individua il luogo a Valle Olona, dove sono presenti capannoni dismessi e aree industriali. “Un luogo – ha detto Binelli – che con la tangenziale est è già accessibile ora, ma che lo diventerà ancora di più con la Pedemontana”. Ma l’assessore è consapevole che si tratta di una soluzione difficile. “Non sarà semplice convincere i commercianti a collaborare, ma è necessario: abbiamo visto in passato soluzioni fallire per non essere stati capaci di coinvolgere il commercio, come il trasferimento dell’Ortomercato alle Fontanelle”. Un passaggio che può essere fatto anche grazie al coinvolgimento iniziale delle associazioni di categoria e della Camera di commercio.

29 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi