Varese

I mercati di Campagna Amica, filiera corta di successo

Il bilancio di questa mattina in piazza De Gasperi

Presentato nel 2009, con l’obiettivo ambizioso e irrinunciabile, di far tornare gli agricoltori protagonisti del cibo e del territorio in tutto il Paese, l’associazione Agrimercato Campagna Amica propone un nuovo modello di produzione e distribuzione, fondato sull’economia di prossimità, su prodotti locali, regionali e italiani, riconoscibili e distinguibili, “firmato” dagli agricoltori.

Nel 2010 sono stati oltre 1.250 i mercati di Campagna Amica, con 16.000 produttori coinvolti, e quasi 3.400 le aziende agricole aderenti al progetto. Attualmente sono 140 i mercati dei produttori nei capoluoghi di provincia. In Lombardia sono presenti a Milano, Bergamo, Brescia, Como, Lodi, Monza, Pavia e Varese. A Milano è attivo il primo mercato coperto dei produttori della Lombardia. L’associazione ha lanciato una vera e propria rete, un circuito di vendita molto composito, dove insieme ai momenti di vendita collettiva, rappresentati dai mercati di Campagna Amica.

Questa mattina è stato fatto un bilancio dell’iniziativa a Varese, davanti allo stadio di Masnago, alla presenza del sindaco di Varese, Attilio Fontana, del presidente Coldiretti Varese, Fernando Fiori, e del presidente associazione Agrimercato Campagna Amica, Paolo Zanotti. Dall’inaugurazione del 24 settembre, con appuntamenti ogni venerdì mattina in piazza De Gasperi, sono state realizzate 30 edizioni dell’Agrimercato. Le aziende partecipanti sono state 22, con una presenza media di 15 aziende produttrici. La presenza media dei consumatori è stata di circa 400 con punte superiori a 550.

Miele, vino, formaggi di latte di vacca e di capra, salumi, carni bovine, suine, di pollo e coniglio, ortofrutta, marmellate e conserve, insieme a fiori, piante officinali e aromatiche sono i prodotti presenti all’Agrimercato. Tutti prodotti agricoli e italiani provenienti dal lavoro degli agricoltori varesini e dal circuito di Campagna Amica. Sempre presenti i nostri prodotti tipici (miele, formaggella del luinese, pesche sciroppate). Tra le Aziende Agricole partecipanti ad Agrimercato di Varese.

L’apprezzamento dei varesini verso l’iniziativa e il riconoscimento della qualità dei nostri prodotti sono state le gratificazioni di maggior soddisfazione. Gli organizzatori vogliono continuare e stanno investendo in questo progetto: pensano a forme di pubblicità e al coinvolgimento di realtà territoriali (es. le scuole). Desiderano creare nuove occasioni di incontro con i consumatori varesini, rispondendo anche ad esigenze espresse dalla cittadinanza. Tra i prossimi obiettivi, un mercato a Bizzozzero ed una presenza alla Rasa, dove mancano negozi. Obiettivo importante sarebbe l’individuazione di una struttura coperta, che risolverebbe i problemi legati all’andamento climatico e garantirebbe un confort per produttori e consumatori che oggi non abbiamo.

29 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi