Varese

Stretta di mano tra sindaco leghista e duca d’Aosta

I vertici dell'associazione "Varese per l'Italia"

Anche i Savoia hanno dato un contributo decisivo al nostro Risorgimento. E, dunque, l’associazione “Varese per l’Italia. 26 maggio 1859″ ha preso la palla al balzo e ha invitato a Varese Amedeo di Savoia, duca d’Aosta. Una visita di cui spiega il senso il presidente dell’associazione, il giornalista Luigi Barion. “La nostra associazione ha collaborato con realtà diverse, dai più diversi orientamenti politici – spiega Barion -. In questo quadro non poteva mancare anche un esponente dei Savoia, che in Italia sono stati un pilastro del Risorgimento”.

Una visita che avrà luogo mercoledì 11 maggio, e che prevede un ricco carnet di appuntamenti. Si parte, nella prima mattinata, con una visita alla mostra risorgimentale  presso il Civico Museo di Villa Mirabello. Ma il duca sarà alle 10.30 in Comune, più precisamente in Sala Matrimoni, per un incontro con i media. E proprio quello sarà il momento in cui avverrà, come assicurano i dirigenti dell’associazione, l’incontro tra il sindaco Fontana e il rappresentante dei Savoia, una stretta di mano che certamente richiamerà l’attenzione dei flash dei fotografi. Alle 11.15 breve passeggiata attraverso i luoghi risorgimentali cittadini e alle 12 appuntamento, con i varesini, al monumento del Garibaldino in piazza Podestà.  Infine, alle 13, pranzo con cittadini e soci dell’associazione al Montello.

“Abbiamo scelto un Savoia – continua Barion – che, come ufficiale di Marina, ha giurato fedeltà alla Repubblica Italiana. E per lui abbiamo preparato un regalo, un cimelio assai prezioso che riguarda lo zio, eroe dell’Amba Alagi, Amedeo duca d’Aosta”. Come ricorda il consigliere comunale Pdl Franco Prevosti, organizzatore della mostra di Villa Mirabello, non è la prima volta di un Savoia a Varese. “Nel marzo del 2000 – ricorda Prevosti – la duchessa d’Aosta arrivò a Varese per inaugurare i busti risorgimentali in Sala Matrimnoni”.

Tra le altre iniziative nel programma dell’associazione presieduta da Barion, in collaborazione con Universauser, anche un viaggio a Torino, venerdì 20 maggio, per visitare la mostra ospitata alle Officine Grandi Riparazioni, “Fare gli italiani”. Cicerone d’eccezione, uno dei due curatori della mostra, lo storico Giovanni de Luna.

28 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi