Varese

Della Porta Raffo, appello a non sprecare il voto

Mauro Della Porta Raffo al centro, circondato dai suoi candidati

“L’ho detto e ripetuto: sono il migliore tra tutti i candidati”. E’ diretto ed esplicito Mauro Della Porta Raffo, candidato sindaco delle liste “Partito dei Pensionati” e “La Varese che vorrei”. Sostiene di essere il migliore per diverse ragioni. “Non ho interessi personali – dice il candidato sindaco -. Non sono legato a gruppi di alcun genere. Non ho nessuno da ringraziare, da ricompensare, da retribuire. Non ho partiti politici alle spalle. Non ho, conseguentemente, segreterie partitiche al cui diktat obbedire anche contro gli interessi della città. Mi affido sempre alle competenze. Non chiedo ai volenterosi che mi affiancano quale sia la loro colorazione politica, chiedo solo se sono disponibili a operare per il bene di tutti. Non prometto la luna. Garantisco il massimo, possibile impegno, mio e dei molti che, anche fuori dalle liste, mi appoggiano”.

Mauro Della Porta Raffo è giornalista e polemista conosciuto, e come lui stesso sottolinea, nessuno può vantare, come lui, lunghe collaborazioni con i massimi quotidiani e settimanali mazionali. Non solo. Tra le credenziali, il “Gran Pignolo”, come lo battezzò simpaticamente l’Elefantino (ovvero Giuliano Ferrara), ricorda anche l’intensa attività culturale che conduce, da 14 anni, presso il Caffè Zamberletti, con il popolare titolo “I Salotti di Mauro Della Porta Raffo”. Un vero parterre de roi di nomi della cultura e del giornalismo, da Montanelli a Goldoni, da Sartori a Romano, ha dichiarato simpatia nei confronti di Della Porta Raffo. E si può conoscere cosa hanno detto questi personaggi cliccando il sito www.lavaresechevorrei.it

Infine, il Gran Pignolo lancia un appello a “non sprecare il voto”, obiettivo che si può raggiungere votando, come assicura il candidato, per le liste che lo appoggiano. “Al contrario, è votando per la giunta uscente – continua il giornalista e scrittore -, assolutamente incapace di fare il bene della città che ha accompagnato sulla strada del declino e del degrado dimostrandosi nei fatti, nei comportamenti, nella pratica lontana, che si sprecano suffragi e si cancellano vere opportunità”. Ma il candidato attacca anche la sinistra. “Optando per le sinistre, come sempre ideologizzate e estranee alla ‘vera’ Varese e ai varesini, si sprecano i voti”.

27 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi