Varese

Cultura a Varese, candidati a confronto in casa Arci

Il Teatro Apollonio a Varese

Tra i temi che la campagna elettorale continua ad affrontare, anche i temi culturali. Già diverse le prese di posizione soprattutto dei candidati sindaco per il Comune di Varese. Dagli spazi a disposizione dei giovani al nuovo teatro, dai concerti alle mostre, sono molti gli spunti che si trovano nei programmi delle forze scese in campo.

Anche per favorire il confronto tra i candidati in corsa alle vicine comunali, l’Arci di Varese ha organizzato per martedì 10 maggio, alle ore 18, presso la Sala di Filmstudio ’90, un dibattito dal titolo “Cultura, spazi, partecipazione: quale futuro per Varese?”, al quale sono stati invitati rappresentanti di tutte le liste che si presentano per Palazzo Estense. Un appuntamento di grande interesse, perchè Varese risulta un vero paradosso: nel bilancio comunale la cultura è sempre considerata una Cenerentola, ma nello stesso tempo è vivace il panorama di associazioni e gruppi impegnati sul fronte delle manifestazioni culturali.

23 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Cultura a Varese, candidati a confronto in casa Arci

  1. Daniele Braiucca il 23 aprile 2011, ore 20:01

    Ci sarò… e so’ proprio curioso di vedere se alle ciance, che si sprecano in questi giorni anche su facebook, seguiranno poi fatti reali…visto i precedenti sia da parte di chi si riconosce nella politica governativa attuale sia in quella cosiddetta di opposizione.

  2. Sandro il 24 aprile 2011, ore 09:42

    Putroppo ci vorrebbe coraggio da parte dei candidati sincaco, e consiglieri, per parlare di questo argomento. E’ un tema spinoso che espone sia a destra che a sinistra, e dunque temo che la discussione finirà in “aria fritta”.
    Come tutti sanno il ruolo di vero Assessore alla Cultura non è svolto dal Sindaco, per ovvi motivi di impegni; e come tutti sanno chi si propone in opposizione all’attuale Sindaco ( vedi anche candidati cons. ex manager Teatrali ) ha condiviso troppa amicizia con chi gestisce oggi la cultura a Varese per poter dire tutta la verità su cio che non si fà in questa città.
    Se ci fosse serenità d’animo sarebbe facile parlarne perche a Varese sulla cultura si parte da Zero, e dunque è tutto da fare, perche Zero è il numero verso il quale l’Assessorato alla Cultura ha portato le proprie iniziative.
    Io andrò comunque a vedermi il confronto, chissà che ci sia davvero qualche sopresa.
    Sandro

Rispondi