Scuola

Banchi e sedie alle scuole. Un’iniziativa targata Ascom

Arredi scolastici donati dai commercianti

Sì è svolta questa mattina nell’Aula Magna della Scuola Media Dante di Varese, la consegna ufficiale di arredi scolastici da parte di alcuni commercianti di Varese con il patrocinio di Confcommercio Ascom Varese. In particolare, sono stati donati due armadi al Centro di prima alfabetizzazione presso la Vidoletti di Varese, 30 banchi e 30 sedie alla Scuola Media Dante di Varese e 31 banchi e 31 sedie alla Scuola Elementare di Rancio Valcuvia.

Le donazioni sono state effettuate dai commercianti di Varese, Alessio Ariotto e Claudio Aldeghieri, sotto l’egida di Confcommercio Varese nell’ambito delle numerose iniziative di solidarietà concretizzatesi negli ultimi tempi.

Come ricorda il fiduciario Ascom per la città, Marco Parravicini: “Negli ultimi venti giorni i commercianti di Varese hanno dato tre prove tangibili della loro voglia di essere vicini concretamente ai reali bisogni della città. Parlo della consegna dell’assegno ai Servizi Sociali a seguito dell’iniziativa dello scorso dicembre “Solidarietà in vetrina”, e poi la manifestazione del 10 aprile scorso con “Pipe e fiori in festa” con il ricavato devoluto al Ponte del Sorriso, e adesso con la consegna di materiale scolastico utile per attrezzare tre scuole. Questo dimostra come Confcommercio Ascom Varese sia collaborativa con il Comune e fino ad oggi lo abbiamo ampiamente dimostrato grazie anche all’impegno e alla piena disponibilità dei vari assessori chiamati in causa, augurandoci che la spinta positiva verso la sinergia al servizio del sociale, si possa ripetere con altrettante concretezza e voglia di fare anche con la prossima Amministrazione”.

Per l’imprenditore Alessio Ariotto “la scelta di donare del materiale alle scuole vuole essere un segno tangibile di aiuto verso la nostra clientela, in particolare i ragazzi che forse sono i più bisognosi di avere a disposizione degli ambienti attrezzati e moderni dove trascorrono il tempo dello studio. Un segno di vicinanza del commercio alla realtà della città, per non dimenticare l’impegno della nostra categoria a favore della cittadinanza e delle amministrazione locali laddove sostengono il piccolo commercio”.

“Un ulteriore segno significativo – continua il commerciante – lo abbiamo voluto lasciare donando degli armadi alla scuola di Prima Alfabetizzazione che accoglie i ragazzi extracomunitari per indirizzarli poi nei percorsi regolari di studio. Una dimostrazione di come Varese sa accogliere e guidare lo straniero che vuole vivere e studiare nella nostra bella città.”

20 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi