Varese

A luglio la Coppa Tre Laghi e Varese-Campo dei Fiori

Il tavolo degli organizzatori ai Giardini Estensi

C’è molta attesa per la Coppa dei Tre laghi e Varese-Campo dei Fiori, competizione per auto storiche che si svolgerà sabato 9 e domenica 10 luglio. Saranno duecento le auto che si lanceranno lungo i 300 km e nelle 60 prove di precisione. E tutto questo grazie al Club Auto Moto Storiche Varese, con la collaborazione del Comune di Varese e della Consel Divisione Eventi. A 80 anni esatti dalla prima edizione della manifestazione, e a venti dalla prima rievocazione storica, la gara torna con molte novità e con un legame ancora più stretto con Varese, terra di motori e location ideale per questo evento sportivo.

Un’iniziativa che viene presentata con un notevole margine d’anticipo perchè viene presentata dagli organizzatori come un “lavoro in progress”, una manifestazione alla quale si può contribuire pre renderla ancora migliore. Subito il sindaco di Varese, Attilio Fontana, sottolinea come si tratti di “una tradizione che dà lustro, e fa conoscere la nostra città a persone che vengono da lontano.Varese è da sempre vicina ai motori ed è tra le fondatrici della Città dei Motori”.

Gli fa eco l’assessore alla Promozione del territorio, Enrico Angelini. “Il merito di questa manifestazione – dice Angelini – va attribuito ad una squadra che ha lavorato bene grazie ad un capitano come il nostro sindaco. Una manifestazione che si addice perfettamente alla nostra città, essendo un mix tra passato e futuro, motori e natura, capace di valorizzare il territorio come nessun altro evento”. “Un evento di grande popolarità – continua Angelini -, ma anche connotato da un grande charme”. Tra le novità di questa edizione, “il fatto che l’evento è come un cantiere aperto, disponibile ad accogliere suggerimenti e idee, e che sarà previsto un match race ad eliminazione diretta tra equipaggi”.  

A delineare la nuova edizione interviene poi Marcello Vitella, della Consel, che sottolinea le tante innovazioni che sono state accolte dalla Coppa edizione 2011. “Per quanto riguarda le novità, abbiamo adottato un logo più dinamico e diretto, e poi abbiamo spostato la gara da maggio a luglio, un modo per vedere il nostro territorio in modo diverso”. Per quanto riguarda la tradizione, anche Vitella ribadisce il metodo. “Siamo un tavolo aperto, che mette in rete una serie di realtà diverse, enti, associazioni di categoria, operatori economici, un insieme di forze che consente di organizzare questa manifestazione anche in un momento di crisi”.
Sono intervenuti anche a presentare l’iniziativa, Angelo De Giorgi, presidente del club organizzatore Auto Moto Storiche Varese, e Alberto Cavallini, presidente del Comitato organizzatore dell’evento. Importante quest’anno la partecipazione dell’Avis nazionale, rappresentata questa mattina dal dottor Saturni, che con i suoi volontari sosterrà la manifestazione in programma a luglio. 
L’evento dura tre giorni, dal venerdì 9 luglio a domenica 11 luglio: dunque dall’inizio delle verifiche sportive e la consegna dei numeri di gara con i kit gara (venerdì) fino alla premiazione finale della domenica. Si inizia il venerdì pomeriggio e sera dai settecenteschi Giardini Estensi, sede del Comune di Varese e delle punzonature di gara. Poi la passerella nel centro storico di Varese il sabato, solcando Corso Matteotti, il salotto della Città Giardino. Nel primo pomeriggio la passerella e la cerimonia di partenza nella zona di Piazza Monte Grappa.
La prima tappa del sabato valorizza valli e laghi, perlopiù a Nord di Varese: Valcuvia, Valtravaglia, Valmarchirolo, Valceresio, Valganna, in un dedalo di strade e in una serie straordinaria di leggere ascese e dai percorsi dalle mille curve, sempre nel pieno rispetto del Codice della Strada. Previste alcune salite di rilievo, come la Casalzuigno-Arcumeggia-Sant’Antonio, la Brusimpiano-Ardena-Marzio e l’ascesa serale al Campo dei Fiori; altre verranno svelate in seguito. Il sabato verranno valorizzati alcuni borghi del Lago Maggiore, del Lago di Lugano, valli e colline meta di villeggiatura del Turismo d’antan. Un flusso d’ospiti che non dimentica le eccellenze del territorio e che sta tornando di tendenza. Nella serata di sabato, il bagno di folla a Varese, attuando un programma serrato e divertente che comprende la disputa di prove cronometrate e passerelle nel centro storico di Via Volta-Piazza Monte Grappa, l’ascesa serale da Velate al Sacro Monte per poi dirigersi verso il Campo dei Fiori e una novità assoluta: un affascinante Match Race, con le vetture storiche che si misureranno tra loro, in coppia, come le mitiche regate veliche, al centesimo di secondo, sotto gli occhi critici degli spettatori. E in tempo reale si avranno i risultati.
La seconda tappa domenicale è una cavalcata più agevole, con meno asperità ma con numerose “tagliole” cronometrate. Qui largo spazio alla passeggiata nei borghi bagnati dal Lago di Varese e dintorni. Una puntata all’interno del Seminario arcivescovile di Venegono Superiore ci fa scoprire un luogo di spiritualità e di pace, mentre altre dimore storiche e luoghi bucolici di meravigliosa bellezza vedono la scoperta di angoli
e scorsi stupendi del nostro Territorio: si fiancheggia su sterrato il Castello dei Conti Belgiojoso a Caidate, si solca il parco di Villa Castelbarco a Casciago e si entra in uno dei centri ippici di salto ad ostacoli, scuderia Scerée, dove si allenano i cavalli tra i più vittoriosi in Italia. Il serpentone delle auto storiche solcherà anche il Borgo Medioevale di Castiglione Olona: per l’occasione si svolgerà una rivisitazione storica di costumi
d’epoca ispirata alla storia del Medioevo. Ma il percorso sta per essere varato in configurazione definitiva. E Comitato organizzatore è al lavoro per perfezionare i dettagli ed offrire massima sicurezza e la migliore accoglienza agli equipaggi partecipanti, nel rispetto della tradizione varesina. Ora la parola agli equipaggi. 

19 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi