Regione

Formigoni ricorda le “vite spezzate” del Pirellone

Il Pirellone al momento dell'incidente

“Annamaria e Alessandra hanno compiuto, tra di noi, una sorta di miracolo: hanno reso possibile che la memoria si saldasse e rafforzasse anche se sono passati 9 anni e sono avvenuti tanti accadimenti che, normalmente, avrebbero portato alla cancellazione del ricordo. Noi, invece, siamo qui 9
anni dopo con la stessa consapevolezza, forza e coscienza del primo giorno”.

Roberto Formigoni ha voluto commemorare con queste parole l’incidente aereo a Palazzo Pirelli che il 18 aprile 2002 costò la vita a due dipendenti di Regione Lombardia, Annamaria Rapetti e Alessandra Santonocito. Presenti alla cerimonia le madri di Annamaria e Alessandra assieme al figlio
di Annamaria, al segretario generale di Regione Lombardia Nicola Sanese, agli assessori regionali Raffaele Cattaneo, Romano Colozzi e Alessandro Colucci, ai delegati Roberto Baitieri e Monica Guarischi.

Sono passati, dunque, 9 anni e – puntuali come ogni 18 aprile - il presidente Formigoni e Regione Lombardia hanno celebrato il ricordo di quelle vite spezzate. Lo hanno fatto con “affetto, stima, simpatia e amicizia: ricordiamo Annamaria e Alessandra con la stessa intensità del 2002″ ha sottolineato il presidente visibilmente commosso.

La commemorazione si è svolta al 26° piano del grattacielo, centrato 9 anni fa da un aereo da turismo e successivamente ribattezzato ‘Piano della memoria’. “Siamo qui, oggi, di fronte al mistero di un avvenimento tragico che ha spezzato due giovani vite e che ha segnato per sempre, in maniera forte, le loro famiglie e i loro colleghi di lavoro – ha proseguito Formigoni di fronte ai parenti delle vittime e a molti funzionari regionali -. Vogliamo dire grazie ad Annamaria e Alessandra per quello che, prima di quel 18 aprile, hanno fatto con assoluta dedizione per i cittadini. Ringrazio  pubblicamente i familiari, che per noi sono il segno vivente di quello che Annamaria e Alessandra continuano a essere”.

A conclusione della commemorazione, cui è seguita la messa celebrata all’auditorium intitolato a Giorgio Gaber di Palazzo Pirelli, alle mamme di Annamaria e Alessandra sono stati consegnati due mazzi di calle: “Il ricordo di queste colleghe – ha concluso Formigoni – ci riempie sempre di commozione e aumenta la nostra coscienza e consapevolezza”.

18 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi