Cultura

Mozzoni racconta la sua Resistenza. Domani a Varese

Domani giovedì 14 aprile sarà presentato a Varese, alle ore 18, presso la Sala Montanari (ex Cinema Rivoli), il volume di Guglielmo Mozzoni “La vera storia del tenente Mozzoni dal 25 luglio 1943 al 30 aprile 1945 scritta e disegnata da lui”, alla presenza dell’autore, del curatore Giannantoni e del professor Luigi Zanzi. La presentazione del volume edito da Arterigere, sarà occasione di un confronto sulla Resistenza e la sua realtà di impegno popolare dalle molte anime culturali e politiche.

Il volume era stato pubblicato negli anni Ottanta e ora è stato ristampato, per la cura dello storico varesino Franco Giannantoni, che ha arricchito di note l’opera di Mozzoni. Un’ avventura di libertà vissuta da un brillante tenente del Regio Esercito, fresco laureato al Politecnico di Milano, giovane liberale, che si trovò a combattere “dalla parte giusta”.

Mozzoni trattò la resa dei fascisti a Milano, salì sulle alture del Brinzio al “Pra’ dell’avucat” impegnandosi nella lotta partigiana, attraversò il confine svizzero per 85 volte stabilendo un vero record, rischiò di essere fucilato e si salvò grazie ai franchi svizzeri versati dagli americani. Un libro che si legge come un romanzo, ma soprattutto un’opera che ci restituisce una Resistenza vera, popolare e che vide nelle sue file giovani provenienti da ricche famiglie liberali, e che contribuirono a riconquistare quella libertà  che trovò la sua espressione nella Costituzione repubblicana.

13 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi