Cuasso al Monte

Madre Teresa di Calcutta al Teatro di Cuasso

Il teatro di Cuasso al Monte

Continua a proporre momenti teatrali di grande interesse il Nuovo Teatro di Cuasso, diretto da Marina De Juli. Sabato 16 aprile, alle ore 21, è la volta di “Incontri sublimi. Musica Jazz e poesie di Madre Teresa di Calcutta”. Un evento teatrale che accade in simultanea con l’inaugurazione dei dipinti realizzati nel Teatro.

Sul fondo della scena sfumano una nell’altra immagini della mostra fotografica di Marianna Gullì “Emozioni di viaggi” per raccontare l’uomo nel mondo. Sul palco due attrici di grande esperienza Marianella Laszlo e Marina De Juli recitano parole e poesie che parlano dell’essere uomo. In scena, al pianoforte Enrico Del Prato e al sax Matteo Bestetti, suonano musiche jazz e blues.

Un incontro tra anima e corpo. Una donna del 900, una musica del 900. Una musica che ha origine tra gli schiavi, tra gente che soffre, una donna che per scelta vive tra un mare di sofferenze. Una musica che è forza, che è lotta, ma anche allegria e una donna che lotta, s’ingegna, prega, costruisce con semplicità e con allegria. Combatte la povertà in una terra, l’India, ai limiti della sopravvivenza… e ogni giorno improvvisa. Come questa musica. La vita è fatta di incontri, a volte sbagliati, a volte sublimi e sono questi che ti fanno credere nella forza dell’essere umano.

Nel “progetto” del Nuovo Teatro di Cuasso fondamentali sono gli incontri, come quello con Marianna Gullì (www.restaurigulli.it) decoratrice e restauratrice che ha lavorato per oltre 20 anni nella Valceresio e ha collaborato con la Soprintenza dei Beni Culturali in molte Regioni d’Italia. Per il Nuovo Teatro di Cuasso ha realizzato e donato un grande dipinto ispirato agli Arlecchini del pittore settecentesco Giovan Domenico Ferretti e le decorazioni sulla facciata e all’interno della sala. Miglior titolo alla serata durante la quale verranno presentati questi lavori, non ci poteva essere: un incontro sublime.

Madre Teresa scriveva “Tutto quello che si può fare è solo una goccia d’acqua in un oceano. Ma rifiutando di mettere la mia goccia, l’oceano avrà una goccia in meno. Lo stesso vale per te, basta cominciare…” E noi stiamo cercando di fare questo, credendo in un progetto e nel suo futuro.

L’ingresso è libero ma si consiglia di prenotare al numero 0332 939167 oppure 327 7765235 (anche con sms)

10 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi