Varese

Contro i fondi alla Bosina rottamatori Pd in piazza

La Scuola Bosina a Varese

Un vero vespaio di polemiche, una selva di critiche, una fila ininterrotta di obiezioni. Un vero scandalo, insomma, gli 800 mila euro che la cosiddetta “Legge mancia” ha stanziato in favore della Scuola Bosina, l’istituto scolastico aperto nel ’98 dalla Lega Nord, e che viene diretto da Manuela Marrone, moglie di Umberto Bossi. Tanto più in un momento di tagli draconiani nei confronti della scuola pubblica.

Uno scandalo che verrà ricordato dai rottamatori del Pd varesino con una manifestazione, in programma lunedì 18 aprile nella piazza del Garibaldino, proprio sotto alla sede della Lega Nord di Varese. Protagoniste dell’evento gli insegnanti varesini, che scenderanno per spiegare un modo alternativo e più utile di spendere quella cifra in un momento di risorse sempre più risicate nella scuola pubblica. 

L’appuntamento dei rottamatori vedrà in prima linea Andrea Civati, che corre nella lista del Pd per entrare in Consiglio comunale.

9 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi