Teatro

L’Italia che fu con Marco Paolini al Teatro Apollonio

L'attore bellunese Marco Paolini

Arriviamo, con lo spettacolo di questa sera presso il Teatro Apollonio di Varese, ad una delle “chicche” proposte dal palcoscenico di piazza Repubblica nel suo ricco cartellone. Questa sera, 3 aprile, all’Apollonio arriverà Marco Paolini per presentare “La Macchina del Capo” (spettacolo con inizio alle ore 21).

Non è la prima volta che l’attore ed autore bellunese calca le tavole del palcoscenico varesino. Indimenticabile una sua interpretazione dello spettacolo “Il Sergente” tratto dal capolavoro di Mario Rigoni Stern.

Per qualcuno la proposta di questa sera, “La Macchina del Capo” rappresenta uno degli spettacoli che ci riportano al Paolini più autentico ed originale. L’opera prende vita dagli “Album”, la serie di racconti teatrali costruita lungo un arco temporale che va dal 1964 al 1984, in cui uno stesso gruppo di personaggi cresce passando da uno spettacolo all’altro, in una sorta di romanzo popolare di iniziazione.

Non è un diario, non è un pezzo nostalgico, e nemmeno una memoria d’altri tempi. E’ un lavoro sull’infanzia e sulla primissima adolescenza, tra la famiglia, la colonia e le avventure nel campetto di pallone. È un viaggio che parte dalla casa per poi camminare in mezzo ai luoghi e ai personaggi della memoria, il mare, i compagni di giochi, il sesso visto con gli occhi di un bambino.  È il ritratto di un’Italia di periferia, guardata con un sentimento che mescola ironia e nostalgia.

3 aprile 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi