Varese

Autosilo al Sacro Monte, per Binelli il Comune è contrario

L’autosilo sotto piazzale Pogliaghi al Sacro Monte di Varese resta un progetto controverso, che continua ad essere al centro delle polemiche e soprattutto continua dividere il centrodestra, come si è ormai capito da tempo. Un tema “caldo”, quello dell’autosilo di un solo piano interrato che sorgerà in cima alla montagna sacra, ospiterà 80 posti e costerà 1,5 milioni di euro. Così, almeno, la pensa l’assessore Pdl a Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, intervenuto recentemente al Collegio di vigilanza dell’accordo di programma sul Sacro Monte. Un autosilo senza impatto ambientale, costoso e lungo da realizzare. Che andrà di pari passo con un altro parcheggio, 210 posti da realizzare all’altezza della prima Cappella.

Ma l’autosilo in cima al Sacro Monte non gode di grande consenso dentro al centrodestra. Come si è capito alla seduta del Consiglio comunale di Varese che si è tenuto ieri sera. All’inizio della seduta del Consiglio, ha preso la parola il consigliere del Pd, Fabrizio Mirabelli, che si è rivolto all’assessore conmunale all’Urbanistica, il leghista Fabio Binelli. “L’assessore regionale Cattaneo ha recentemente parlato di due parcheggi – ha detto Mirabelli -. Ma che fine ha fatto la soluzione proposta dalla società Sintagma di Perugia, presentata pubblicamente da Binelli, che prevedeva solo un parcheggio a piazzale Montanari e nessun accesso alla vetta. Il Comune di Varese ha cambiato posizione?”.

Un interrogativo al quale risponde l’assessore leghista. La sua non è una risposta elusiva, non sfugge all’interrogativo dell’esponente dell’opposizione. Parole pesanti come pietre. ”A me non risulta – dice l’assessore Binelli – che la giunta abbia mai dato il suo assenso a realizzare il parcheggio sotto piazzale Pogliaghi”. Una risposta che apre una voragine e che mostra quanto nel centrodestra non ci sia accordo sul parcheggio in cima al Sacro Monte. E’ vero che subito Binelli aggiunge che il Comune “non si è neppure mai dichiarato contrario a questa soluzione” e che “la questione è ancora in fase d’analisi”. Ma è subito chiaro che la frattura c’è e risulta molto ampia.

A questo punto finirà per avere ragione la soluzione Cattaneo, la sua opzione per il doppio parcheggio, o il niet del leghista Binelli? E, soprattutto, come la pensa davvero la giunta Fontana? Qualcuno già pensa che il fronte caldo del Sacro Monte possa costituire uno dei motivi di scontro dentro la maggioranza nella vicina campagna elettorale.

31 marzo 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Autosilo al Sacro Monte, per Binelli il Comune è contrario

  1. Emilio Corbetta il 31 marzo 2011, ore 09:30

    Ma i varesini, quelli che devono subire, ma in definitiva quelli che sostengono tutto umilmente con i loro contributi, come la pensano? Gli “amici del Sacro Monte”? Gli architetti di Varese non hanno suggerimenti da dare? I nostri ingenieri civili? Necessita di parcheggi ci sono in tutta la città. Soluzioni originali non ne sappiamo produrre. Dov’è la creatività di noi Varesini? I nostri vecchi ci battevano: loro tram e funicolare li hanno saputi fare. Noi li abbiamo disfatti lascindo il lavoro a metà.
    Emilio Corbetta

  2. Elena il 1 aprile 2011, ore 02:15

    La spaccatura sulla questione del parcheggio è l’espressione della spaccatura che c’è ormai nella maggioranza.
    Lega e Pdl nn si sopportano più!! riflettiamo sul fatto che quest’allanza sarà riproposta per i prossimi 5 anni!!! ne vedremo delle belle!
    Principalmente se nella prossima amministrazione ci troveremo ancora assessori come Binelli e Zagatto che hanno letteralmente ucciso Varese!!! Da quanti anni oramai gli interventi sul Sacro Monte sono argomento di campagna elettorale, ma poi effettivamente il degrado avanza!!!
    Il PD perchè nn ha candidato Mirabelli? è l’unico che fa una degna opposizione!!

  3. giuliana il 1 aprile 2011, ore 10:42

    geniale commento elena. se binelli e zagatto hanno ucciso varese, parliamo di cos’avrebbero fatto cielle e coop rosse se non si fosse messa di traverso la Lega, per favore. Non rigiriamo le frittate. Per l’ennesima volta stiamo parlando di un’opera assurda, in questo caso un multipiano DENTRO a una montagna che si sbriciola. O sbaglio??

Rispondi